L'esultanza dopo la vittoria a Bellinzona
L'esultanza dopo la vittoria a Bellinzona (freshfocus)

"Faccio parte di una comunità che non molla"

Ajla Del Ponte ringrazia ed elogia il mondo dello sport ticinese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La delusione e il dispiacere per la serata mancata, ma anche tanto orgoglio e riconoscenza. Ajla Del Ponte lo aveva promesso ed è stata di parola: nel messaggio di ringraziamento sui social per il premio di Miglior Sportivo Ticinese del 2020 (consegnatole lunedì) la sprinter 24enne si è rivolta al mondo dello sport del nostro cantone e a tutti i suoi interpreti.

"Un grande chapeau agli sportivi in gara nel concorso e non - ha scritto su Instragram la Del Ponte - ognuno di voi è un esempio da seguire, con la propria storia. Non vediamo tutto quello che succede, il lavoro giornaliero, i sacrifici, i sorrisi e le lacrime. Sono felice di essere parte di una comunità che non ha mollato anche quando ci si doveva fermare, dimostrando valore, coraggio e forza interiore".

Avere un supporto simile è quello che fa andare avanti chi fa il nostro lavoro, nei momenti facili ma soprattutto nei momenti difficili Ajla Del Ponte

Visualizza questo post su Instagram

Se c’era una cosa a cui guardare con entusiasmo in questo mese di novembre, per me era proprio la serata Miglior Sportivo Ticinese. Non tanto per le riconoscenze che vengono date, ma perché è una serata che celebra lo sport, gli sportivi e chi per questo mondo fa tanto, in Ticino. Ascoltare le esperienze di ognuno è una grandissima ispirazione, e rivedere facce note è sempre bello. E il 2020 ci doveva almeno questo, ma la cosa è andata diversamente. Se c’è qualcosa che vorrei trasmettervi da questa serata mancata, è la mia immensa gratitudine per il vostro sostegno, i vostri voti e le parole sempre positive che mi avete rivolto. Avere un supporto simile è quello che fa andare avanti chi fa il nostro lavoro, nei momenti facili ma soprattutto nei momenti difficili. Un grande chapeau agli sportivi in gara nel concorso e non. Ognuno di voi è un esempio da seguire, con la propria storia. Non vediamo tutto quello che succede, il lavoro giornaliero, i sacrifici, i sorrisi e le lacrime. Sono felice di essere parte di una comunità che non ha mollato anche quando ci si doveva fermare, dimostrando valore, coraggio e forza interiore. È qui che ringrazio l’associazione Aiuto Sport Ticino, che oltre a sostenere gli sportivi, ha creato una comunità e una piattaforma in cui riconoscersi. E grazie alla RSI, per darci regolarmente una piattaforma su cui farci conoscere. Se non c’è due senza tre, questo riconoscimento è senz’altro il più bello fino ad ora

Un post condiviso da Ajla Del Ponte (@ajletta) in data:

 

 
Condividi