Sorridente il 22enne
Sorridente il 22enne (Rsi.ch)

"Il mio obiettivo è il record svizzero"

Petrucciani lancia così la sua batteria di questa sera al Galà dei Castelli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo l'appuntamento di ieri con il Kids Galà, dove i più piccoli si sono potuti allenare con i campioni dell'atletica leggera, questa sera a Bellinzona (su LA2 e in streaming) andrà in scena la 12a edizione del Galà dei Castelli. Tra i protagonisti ci sarà Ricky Petrucciani, fresco medaglia d'argento agli Europei di Monaco. "È strano sentirmi l'idolo di questi bambini, qualche anno fa ero io al posto loro ad ammirare il mio (Wayde van Niekerk) - ha dichiarato il ticinese - Non prometto niente, però il mio obiettivo è il record svizzero, sono due anni che lo rincorro!".

Dopo gli Europei ho iniziato a essere più conosciuto Ricky Petrucciani

Un'edizione, quella di stasera, che non vedrà ai nastri di partenza Ajla del Ponte. "L'affetto che mi sta dimostrando il pubblico anche dopo un anno difficile è una bella spinta - ha raccontato la 26enne - Anche se non potrò partecipare è importante esserci, spero che sia l'ultima volta che sarò presente da spettatrice". Soddisfatto invece il direttore sportivo della manifestazione: "Quest'anno avremo 16 atleti top che alimenteranno la passione per l'atletica - ha proseguito Enrico Cariboni - Il nostro segreto è l'accoglienza e la semplicità, questa sera sarà fantastico!".

La meteo ci ha sempre aiutato Enrico Cariboni

A prendere il via ci sarà ancora una volta Mujinga Kambundji: "Qui è tutto magnifico, nessuno è mai rimasto deluso e l'ambiente è ottimo". È della stessa opinione anche il campione del mondo nei 400m ostacoli Alison dos Santos, che ritorna in Ticino per la seconda volta: "La gente qui è fantastica e soprattutto è importante stare con i bambini, ci vedono come esempi da seguire".

In studio durante la Domenica Sportiva, Jasmine Camacho-Quinn si è raccontata su più fronti. "Dopo la medaglia d'oro a Tokyo (la 2a in assoluto per il Porto Rico) la mia vita ha subito un cambio epocale - ha spiegato la campionessa olimpica nei 100m ostacoli - Quest'anno è stata una sfida, però sono riuscita a conquistare il bronzo". Nata in Carolina del Sud da una famiglia di sportivi, la 26enne ha scelto di rappresentare l'isola caraibica. "È la terra di mia madre, quando gliel'ho detto è impazzita, ho avuto il sostegno completo da parte della mia famiglia. Per me in Ticino è una prima volta, qua da voi la sera fa fresco (ride ndr)".

Quando ho visto la bandiera sventolare ho iniziato a piangere Jasmine Camacho-Quinn
 

Condividi