Rambo in azione
Rambo in azione (Ti-Press)

Il Lugano non lascia scampo al Neuchâtel

Netto ko per il Massagno a Nosedo contro il leader Olympic

Il Lugano ha battuto con un certo agio il Neuchâtel nel terzo turno del girone intermedio imponendosi per 82-67. I Tigers hanno preso in mano le redini del gioco dopo qualche minuto e non le hanno più lasciate fino al termine, trovando l'allungo decisivo nel secondo quarto e incerementando il vantaggio alla fine del terzo fino a +16 punti. Un margine fondamentale poiché gli ospiti sono riusciti a riportarsi fino a quattro lunghezze a metà dell'ultimo parziale. La squadra di Petit ha potuto contare in particolare sui 22 punti di Padgett, che ha messo a referto pure 6 rimbalzi, e sui 16 punti e 12 assist di Rambo. I sottocenerini si sono così portati a due punti dal Ginevra, battuto per 83-77 a Boncourt.

Non c'è stata praticamente storia nella sfida di Nosedo tra Massagno e Friborgo, con gli ospiti che hanno fatto corsa in testa per tutto l'incontro e si sono imposti con un netto 81-65. Dopo un inizio disastroso (4-17 dopo 5'34"), la SAM ha saputo tener testa ai rivali alla fine del primo e durante il secondo quarto mantenendo praticamente invariato il distacco, ma è crollata nuovamente dopo la pausa principale con l'Olympic che si è portato fino a +26 rendendo impossibile un ritorno degli uomini di Gubitosa. Miglior marcatore per i burgundi, che a margine dell'incontro hanno annunciato l'arrivo del pivot statunitense Durell Vinson, è stato il ticinese Dusan Mladjan con 19 punti, mentre ai ticinesi non sono bastati i 18 punti e 10 rimbalzi messi a referto da Aw.

 
Condividi