BASKET - IL COMMENTO

Il fantasioso progetto del 3x3 è fallito

Occorre una separazione dei settori per non averli entrambi danneggiati

  • 19 maggio, 18:28
  • 19 maggio, 18:32
  • SPORT
Gilles Martin

Gille Martin in azione

  • Imago
Di: Massimo Miccoli

Non ha certo fatto una bella figura Swissbasket con l’eliminazione della Nazionale 3x3 che puntava - e secondo la Federazione aveva le carte in regola - a disputare il torneo olimpico a Parigi. E invece niente! Selezione elvetica fatta fuori addirittura dal Madagascar, una sconfitta che farà parecchio parlare nel mondo della nostra pallacanestro, per diversi motivi.

Il primo: il Team Losanna che aveva guadagnato diversi punti nel circuito FIBA PRO, giocando in giro per il mondo con buoni risultati - perfino vincendo un torneo - per questo preolimpico sotto maglia rossocrociata è stato privato di Westher Molteni che, oltre alle prestazioni sul campo, aveva portato in alto il progetto anche al di fuori, escluso dal coach nominato dalla Federazione, tale Vladimir Ruzicic. 

Il secondo: a cosa è servito comprimere il calendario del nostro campionato cinque contro cinque, chiedendo diversi sforzi alle società, con trasferte lunghe effettuate durante la settimana  per poi ottenere un risultato cosi mortificante? 

Adesso è arrivato il tempo delle riflessioni sul progetto 3x3, che in futuro dovrà essere definitivamente separato dal basket a 5 per non avere entrambi i settori danneggiati, con giocatori come Dubas e Jurkovitz ad esempio pagati dai club, che rischiano infortuni o rinunciano alla Nazionale a 5 come qualche mese fa per andare a giocare un torneo 3x3. E la loro assenza era costata una pesante sconfitta in Kosovo.

Il fantasioso progetto che portava a Parigi 2024 è fallito. Ora è tempo di tornare alla realtà della nostra pallacanestro.

Il commento di Massimo Miccoli (Rete Uno Sport 19.05.2024, 18h30)

RSI Basket 19.05.2024, 16:12

Correlati

Ti potrebbe interessare