Rossoblù fermati solo dal Sion in semifinale
Rossoblù fermati solo dal Sion in semifinale (rsi.ch)

Chiasso a un passo dalla finale di Coppa

Grandi momenti di sport ticinese: 7 maggio 1991

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Piergiorgio Giambonini

L'inizio degli anni Novanta propone per l'ultima volta il Football Club Chiasso alla ribalta nazionale. Affidata al tecnico Claude "Didì" Andrey, ex rossocrociato, la squadra del presidente Roberto "Jimmy" Pagani gioca dapprima un'ottima stagione 1990-91, sfiorando sia la promozione sia la finale di Coppa Svizzera, quindi nel campionato successivo conquista quella che rimane l'ultima ascesa nel massimo campionato. Un inizio di decennio dunque in prima fila per i rossoblù dell'esigente allenatore ginevrino, che ai dirigenti chiede e ottiene un bel po' di cambiamenti - anche in corsa - nella sua rosa. Ma i risultati gli danno appunto ragione.

Nella primavera del 1991 il suo Chiasso disputa un eccellente torneo di promozione/retrocessione nella scia del tandem d'élite San Gallo-Wettingen, ed è protagonista in Coppa Svizzera. Il vero exploit la squadra di confine lo confeziona nei sedicesimi di finale battendo per 2-1 il Lucerna, che milita nel massimo campionato. Poi i rossoblù eliminano il Malley (LNB, 2-1 nei supplementari) e il Tuggen (PL, 4-0). In semifinale tengono infine testa al Sion (LNA, poi vincitore del trofeo contro lo Young Boys), che al Tourbillon si impone con un sofferto 2-1.

 
 
 
Condividi