L'attaccante 20enne in azione contro la compagine di Seconda Interregionale
L'attaccante 20enne in azione contro la compagine di Seconda Interregionale (Keystone)
Monthey
0
Lugano
3
  • 35' Lungoyi
  • 39' Lungoyi
  • 67' Lungoyi
Tabellino Risultati e classifiche

Il Lugano non si fa sorprendere dal Monthey

Bianconeri ai quarti di Coppa grazie alla tripletta di Lungoyi, ora c'è il Lucerna

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Impegnato in un confronto di Coppa Svizzera che sulla carta appariva poco più che una formalità, il Lugano non si è fatto sorprendere dal Monthey, compagine di Seconda Lega Interregionale che non disputava una partita ufficiale dallo scorso 25 ottobre e che i bianconeri ha superato 3-0. Complice un avvio di gara macchinoso, frutto anche del grande turnover operato da Jacobacci che ha lasciato a riposo ben sei titolari, i ticinesi hanno dovuto attendere fino ai minuti finali del primo tempo per portarsi in vantaggio, grazie alla doppietta trovata da Lungoyi nel giro di pochi istanti.

Con sole tre settimane di allenamenti nelle gambe, frutto di un permesso speciale dato dal medico cantonale vallesano, i padroni di casa hanno infatti provato a minacciare la porta difesa da Osigwe in avvio di gara, senza che Kevin Derivaz trovasse la necessaria precisione al 12'. Da lì in poi i bianconeri sono stati bravi ad aumentare il ritmo, trovando due reti già prima della pausa con l'attaccante 20enne a segno tra il 35' e il 39'. Il secondo tempo, nonostante l'impegno del Monthey, ha visto i ticinesi amministrare con una certa tranquillità il punteggio, rifinito nuovamente da Lungoyi al 67'. Al prossimo turno Daprelà (quest'oggi capitano) e compagni affronteranno il Lucerna.

Il Servette rischia grosso ma passa

Ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie invece il Servette per battere il Vevey per 4-2 sempre nel quadro degli ottavi di Coppa Svizzera. La seconda forza di Super League è andata alla pausa sotto di una rete. Ribaltata la situazione, la squadra di Geiger ha però subito il pareggio all'81'. Ma due rigori molto contestati dalla formazione di Prima Lega concessi nel finale ai ginevrini dall'arbitro ticinese Luca Piccolo hanno risolto la situazione.

 
 
Condividi