Nessun gol per Seferovic nel suo stadio
Nessun gol per Seferovic nel suo stadio (Keystone)

La Svizzera rimandata agli spareggi

Il Portogallo vince il big match e vola ai Mondiali di Russia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

dall'inviato a Lisbona Silvio Reclari

Quello nell'incandescente Da Luz doveva essere l'esame di maturità che ci consegnava il pass per i Mondiali di Russia dopo un risultato positivo in casa dei campioni d'Europa. Ebbene la 10a vittoria di fila non è arrivata, ma non è arrivato nemmeno il punto che sarebbe bastato per chiudere il girone di qualificazione al comando e dunque la Svizzera è stata nuovamente bocciata in una partita decisiva e rimandata agli spareggi di metà novembre. Contro un avversario di livello assoluto, spinto da un pubblico caldissimo, i rossocrociati hanno anche provato a proporre delle trame interessanti, ma malgrado una discreta circolazione di palla nel primo tempo, hanno fatto fatica ad affondare il colpo e alla lunga hanno finito per venire centrifugati dalla continua Ola portoghese con il risultato di 2-0.

Nonostante un inizio più convincente da parte della selezione di casa, il primo tempo ha offerto davvero poche occasioni, fatta eccezione per la gran parata di Sommer su Bernardo Silva poco dopo la mezz'ora. Quando sembrava che si sarebbe andati alla pausa con il punteggio inchiodato sullo 0-0 è arrivato il vantaggio lusitano da uno sfortunato scontro tra il portiere elvetico, Joao Mario e Djourou, che ha malauguratamente deviato nella propria porta. L'iniziale posizione di fuorigioco di partenza di Cristiano Ronaldo, compensa un po' il rigore per fallo di mano di Rodriguez non concesso e la mancata seconda ammonizione di Freuler.

In avvio di ripresa Petkovic ha provato a cambiare l'inerzia del match inserendo Zakaria, Zuber ed Embolo, ma i portoghesi hanno continuato ad essere superiori, trovando anche il 2-0 con Andre Silva dopo una pregevole azione sulla destra e andando pure vicini al terzo gol, con Sommer superlativo nell'uno contro uno con CR7. Forse sarebbe stata una punizione troppo severa per gli elvetici, che ora dovranno attendere il 17 ottobre per conoscere il nome della propria avversaria negli spareggi: sarà una tra Irlanda del Nord, Svezia, Eire o Grecia.

 
Condividi