Il patron bianconero
Il patron bianconero (Ti-Press)

Mansueto: "Speriamo di portare altri trofei"

Il proprietario del Lugano ha parlato anche di Croci-Torti: "Un rischio che ha pagato"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

dall'inviato Omar Bergomi

Il futuro del Lugano è tracciato. Il patron del club bianconero Joe Mansueto, per la prima volta davanti ai giornalisti nella conferenza stampa tenuta al LAC, ha cominciato innanzitutto ringraziando tutti nel club e nella città e ha poi parlato del successo in Coppa Svizzera: "Siamo arrivati qui giusto in tempo per la vittoria. Ha superato le mie aspettative, non mi aspettavo di vincere già al mio primo anno, ma certamente lavoreremo per portare altri trofei in futuro".

Con Croci-Torti abbiamo preso un po' di rischio ma ha pagato e si capisce perché i giocatori lo amano Joe Mansueto

Il magnate non ha lesinato sui complimenti per l'allenatore Mattia Croci-Torti: "Ha una grande personalità. Puoi vedere la sua passione e l'energia che mette nel suo lavoro. Gli abbiamo chiesto un'opinione su ogni giocatore ed è stato molto interessante, ci ha raccontato aneddoti su tutti. Ci ha portato a vincere la Coppa Svizzera, non penso si potesse chiedere di più, siamo orgogliosi di quanto ha fatto". L'imprenditore americano, giunto già martedì sulle rive del Ceresio, ha poi sottolineato anche l'approvazione per la costruzione del nuovo stadio: "Sono molto contento, penso che ci aiuterà a portare il Lugano ad un livello ancora più alto. Quello attuale è un po' datato, certamente bello, ma vogliamo portare qualcosa che aumenterà l'esperienza di tutti i tifosi". A proposito dei rapporti tra i Chicago Fire e il club ticinese ha detto: "Il fatto di essere proprietario di due squadre permette di condividere quanto ci sia di meglio da ogni parte, che siano i metodi di allenamento o la mentalità come pure le persone, siano essi giocatori o staff".

Acquistare un terzo club qui in Europa? Al momento non c'è niente, ma più in là può essere un'idea Joe Mansueto

Il budget del Lugano aumenterà la prossima stagione ? "L'obiettivo non è quello di spendere senza senso, alcuni lo fanno subito e le cose poi non portano ai risultati sperati. Dobbiamo continuare poco per volta in maniera misurata. Siamo realisti, sappiamo qual è il budget di Basilea e Young Boys e vogliamo avvicinarci  gradualmente e in maniera oculata". Riguardo all'introduzione dei playoff a partire dal 2024, il numero 1 bianconero ha detto: "In America abbiamo playoff in tutti gli sport, direi ai tifosi di provare e poi vedere. Se non dovesse funzionare la lega sicuramente si adatterà".

Mi congratulo con Mattia Bottani per la sua convocazione in Nazionale, siamo orgogliosi di ciò Joe Mansueto

Riguardo all'importanza del calcio negli Stati Uniti, Mansueto ha affermato: "È uno sport popolare, ma non come in Europa e in Sud America e quindi si vuole cercare di migliorare in questo senso. Il primo obiettivo è farlo dal punto di vista del business e dell'investimento. Vogliamo mettere il tifoso al centro, sono loro che ti possono supportare ed aiutare". Ha avuto la possibilità di parlare con il sindaco Michele Foletti? "Ci siamo sentiti con lui e con il municipio di Lugano, abbiamo parlato dello stadio e attraverso Martin Blaser abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto. Si è lavorato a lungo per questo e dobbiamo continuare a collaborare con loro, perché abbiamo un progetto a lungo termine qui".

 
 
Condividi