Il coach bianconero
Il coach bianconero (Ti-Press)

"Negli ultimi 20 metri dobbiamo fare di più"

Celestini prepara la delicata sfida di domenica al Kybunpark di San Gallo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Con la ripresa del campionato dopo il turno di Coppa Svizzera che ha permesso al Lugano di ritrovare sensazioni positive, Fabio Celestini sa che domenica a San Gallo i bianconeri (sempre privi di Mattia Bottani, che si sta riprendendo da uno stiramento all'addome) dovranno fare bene: "La squadra la vedo viva e consapevole della propria forza. Sappiamo che negli ultimi venti metri dobbiamo fare di più, ma le soluzioni in attacco ci sono e di occasioni ne abbiamo create. Dobbiamo giocare con tranquillità".

Non possiamo perdere perché abbiamo concesso un corner al Sion e due centri all’YB Fabio Celestini

In questo momento il San Gallo ha gli stessi punti dei bianconeri, anche se con una partita in più: "Loro giocano sempre allo stesso modo, fanno pressing alto e se riusciamo ad eluderlo possiamo sfruttarlo a nostro favore".

Infine il coach dei ticinesi ha voluto anche dire la sua sul progetto della Super League a 12 squadre: "Un campionato a dieci squadre e con lo spareggio non mi piace. Il calcio è un gioco, ma gli interessi dietro sono grandi e nel modo in cui è adesso non è possibile sapere sino all'ultimo se andrai in Europa League o in B. Penso che in Svizzera ci siano tranquillamente 12 club che possono giocare in Super League".

 
 
Condividi