Perplesso
Perplesso (Ti-Press)

"Noi vogliamo giocare sicuri"

Daprelà, Kasami e Maccoppi vogliono un protocollo più severo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nel dopopartita delle sfide di ieri, si è parlato di quanto successo in campo ma pure inevitabilmente del rinvio di Xamax-Sion. Questo il pensiero del bianconero Fabio Daprelà a proposito del protocollo in tema di coronavirus: "Il mio lavoro è duellare a stretto contatto con l'avversario in difesa. Se tutti facessero i test sarei più sereno. Durante la partita però non ci pensi, non dici "Ah, questo ha il virus allora non lo marco". Lo marco ugualmente ma è un rischio inutile. Si potrebbero fare i tamponi a tutti e sarebbe finita lì. Hanno detto che prendiamo esempio dalla Bundesliga ma non abbiamo fatto niente come i tedeschi. Noi vogliamo giocare sicuri, siamo noi ad andare in campo, non chi decide a Berna".

Quello che sta accadendo in questa Lega è uno scandalo e un segno di insolenza Pajtim Kasami

Questo invece il pensiero del ginevrino Andrea Maccoppi :"Io ho fatto il tampone perché sei miei compagni hanno avuto sintomi e sono stati mandati in ospedale per i controlli. Il nostro dottore, dopo aver consultato degli esperti, ha scelto di seguire la linea della SFL. Personalmente non sono completamente d'accordo ma non posso fare altro che adeguarmi alle decisioni della mia città o della lega".

 
Condividi