Lo sguardo resta sempre su Cornaredo
Lo sguardo resta sempre su Cornaredo (Ti-Press)

"Non è stato un problema di soldi ma di tempo"

De Souza dal sito cdt.ch fa sapere di volere restare in corsa per l'acquisizione del Lugano

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il giorno dopo la conferenza stampa di Angelo Renzetti che ha annunciato di riprendere in mano il Lugano e due giorni dopo l'incontro con la stampa convocato da Leonid Novoselskiy e da lui stesso ma al quale non ha presenziato, Thyago Rodrigo De Souza torna a parlare. Sul sito cdt.ch l'italo-brasiliano si è espresso così: "Era giusto permettere a Leonid e Angelo di chiarire le rispettive posizioni ed esprimere le loro intenzioni. Non è stato un problema di soldi ma di tempistiche. I 3,5 milioni per coprire il 30% del budget, i 4,7 milioni per acquistare le quote di Renzetti e anche qualcosa per coprire le cifre rosse di quest'anno ci sono".

I soldi ci sono tutti, ma era semplicemente impensabile riuscire a muoverli tra venerdì scorso e oggi. È stato fatto un errore di valutazione sulle richieste della SFL in merito alla mini-licenza Thyago Rodrigo De Souza

L'imprenditore ha confermato di volere portare avanti il progetto: "È stato fatto un passo indietro per, si spera, poterne poi fare due in avanti. Nei prossimi mesi cercherò di rimanere vicino alla società e se possibile di sostenerla, in qualsiasi modo. Poi in un futuro, spero non troppo lontano, con i tempi giusti e la necessaria tranquillità per agire, chissà che le cose non possano finalmente avere un risvolto positivo".

Intanto a fine mattinata, a seguito di questa intervista, il Lugano ha fatto sapere di avere incaricato i propri legali di valutarle e intraprendere i passi del caso.

 
Condividi