Il presidente Gianni Infantino
Il presidente Gianni Infantino (Keystone)

Per la FIFA a giugno non si deve giocare

Il massimo organo calcistico raccomanda lo stop

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La FIFA è sempre al lavoro per garantire il futuro del calcio. Intanto però il massimo organo calcistico ha raccomandato lo stop di tutti gli incontri internazionali previsti a giugno a causa della pandemia di coronavirus, che ha fermato nelle scorse settimane quasi tutti i campionati a livello mondiale. Nella riunione odierna il gruppo di lavoro coinvolto ha pure stabilito che il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo al 2021 non modificherà i criteri di eleggibilità. Tutte le squadre saranno dunque composte da tre fuori quota e da giocatori nati dal 1997 in poi.

Nel difficile contesto attuale la salute deve essere prioritaria FIFA
Condividi