Il giorno dell'addio
Il giorno dell'addio (Ti-Press)

"Rimpiango di non aver giocato a Cornaredo"

Angelo Renzetti ripercorre le avventure europee del suo Lugano

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non sarà a Cornaredo domani sera a causa delle vacanze già programmate, ma Angelo Renzetti non si perderà certamente l'esordio europeo nei preliminare di Conference League del Lugano. Con l'ex presidente bianconero abbiamo ripercorso alcune delle tappe delle due avventure vissute in prima persona: "Il momento più bello è stato l'esordio, tra l'altro proprio a Beer Sheva. Un'emozione grandissima, che tra l'altro ha pagato anche la squadra visto che i primi 10' sono stati un disastro".

Un altro momento speciale ricordato da Renzetti sono stati i sorteggi a Monte Carlo, ma non sono state tutte rose e fiori, soprattutto dal punto di vista economico: "Più che sfidare una big, il mio più grande rammarico è non aver potuto giocare in casa a Cornaredo. Tra virgolette invidio un po' questo momento, dove ci sarà questa possibilità e tutti avranno l'occasione di partecipare a una grande festa".

Con Mansueto dietro, penso che sarei davvero un bravo presidente Angelo Renzetti
 
 
 

 

Condividi