"Sto davvero bene qui" (Ti-Press)

Sabbatini, un cuore che batte per Lugano

Botta e risposta col trequartista uruguaiano, capitano bianconero

Fascia da capitano al braccio, Jonathan Sabbatini è certamente uno dei simboli di questo Lugano. Il 29enne trequartista uruguaiano, ma di passaporto anche italiano, dopo aver partecipato alla splendida corsa verso le parti alte della classifica di Super League coi bianconeri si è sottoposto al tradizionale "Botta e risposta" dei colleghi di Rete Uno Sport. Messo di fronte a dover scegliere tra i suoi due ultimi tecnici, Sabbatini ha così risposto al microfono di Lorenzo Boscolo: "Zeman ha fatto la storia de calcio, ma per come mi trovo devo certamente scegliere Tramezzani".

"Il Benfica? Penso soltanto al Lugano" Jonathan Sabbatini

"Dell'Uruguay mi manca la mia gente più stretta, per il resto non mi manca molto. Con la mia famiglia sto davvero molto bene qui - ha poi raccontato il giocatore sudamericano - Della mia terra però non mi manca la delinquenza: dieci anni fa l'Uruguay era come la Svizzera, ma in dieci anni sono cambiate tantissime cose".

Condividi