Un futuro incerto di cui parlare
Un futuro incerto di cui parlare (Keystone)

"Ci siamo creati problemi da soli sui media"

Il GM del Lugano Hnat Domenichelli ha dichiarato che la situazione è sotto controllo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'inizio del campionato del Lugano è paragonabile alle montagne russe. Dopo un esordio promettente sono calati nebbia e buio. "La seconda settimana è stata molto negativa, abbiamo fatto zero punti - ha dichiarato Hnat Domenichelli a "That's Hockey" - Dopo la sfida con il Losanna c'erano frustrazione e rabbia, e ci siamo creati problemi da soli parlando sui giornali e alle televisioni. Invece la settimana appena passata abbiamo ottenuto sei punti su nove e ho visto un grande miglioramento: più reti fatte, meno subite e un powerplay ritrovato".

Se vogliamo avere successo come squadra dobbiamo avere pazienza Hnat Domenichelli

Tra i corridoi della Cornèr Arena nelle ultime uscite spesso si è sentito mormorare i tifosi al riguardo delle prestazioni della squadra e fischiare il coach Chris McSorley. Che sia necessario un cambio di rotta? "Onestamente come direttore sportivo vedo la situazione in maniera serena - ha ammesso il 46enne svizzero-canadese - Lui sa benissimo che la pressione a Lugano è alta e i risultati devono arrivare. Anche se l'inizio della stagione è stato in controtendenza a quanto prefissato dalla società, non sono preoccupato".

Chris ha pensato prima alla squadra che a se stesso, questo mi piace Hnat Domenichelli

Il campionato è ancora lungo, mancano ancora sei mesi e quindi c'è ancora tanto hockey da giocare ma la pressione si fa già sentire: "Siamo in una situazione dove tutti i grandi club con ambizioni di vittoria sono sotto le critiche. Anche io come Chris lo sono, ma l'obiettivo è di vedere la squadra che lotta e che migliora. L'allenatore è riuscito a portare avanti la squadra ottenendo alcuni risultati positivi, ma la situazione resta instabile. A Lugano nessuno è intoccabile", ha concluso Domenichelli.

Legato a That 's Hockey 03.10.2022, 22h15

Condividi