Fine della corsa
Fine della corsa (Keystone)

"Fa malissimo, avevamo tutto sotto controllo"

Coach Patrick Fischer riconosce gli errori della sua Svizzera e i meriti della Germania

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Inutile negarlo: il 2021 era considerato da molti, tra tifosi e addetti ai lavori, come l'anno buono per riportare finalmente in Svizzera il titolo iridato. Il risveglio dall'illusione, tuttavia, è stato ancora una volta brusco, con la doccia gelata ad un niente dal traguardo delle semifinali. Il primo a rammaricarsene è coach Patrick Fischer, visibilmente amareggiato dal prematuro epilogo del Mondiale lettone: "Guardare indietro fa male. È la seconda volta consecutiva che, in un quarto di finale, prendiamo gol nell'ultimo minuto. Nei 20' conclusivi eravamo un po' bloccati; ho provato a spingere i ragazzi in avanti, ma la Germania ha fatto pressione. Complimenti a loro".

Quest'anno abbiamo fatto un passo avanti.  In ogni partita, a parte quella con la Svezia, abbiamo creato più degli avversari Patrick Fischer

Il 45enne ritorna poi sulle dinamiche di un incontro che pareva essersi indirizzato sulla giusta rotta, prima del veemente ritorno tedesco: "Avanti per 2-0, e senza concedere occasioni chiare, avevamo tutto sotto controllo. Il 2-1 ha però dato loro energia per il terzo tempo, cambiando il momentum. Non si tratta di un problema mentale, questo è semplicemente il nostro sport". Nulla da imputare, comunque, alla propria truppa, anzi: "Mi dispiace per i giocatori, nelle ultime settimane hanno dato tutto quello che avevano".

Se avessimo continuato sui livelli dei primi 35', avremmo potuto gestire la partita Dario Simion

Il dispiacere è tanto anche nelle parole di Dario Simion, il quale non cerca però alibi: "Siamo responsabili della nostra sorte. Alla fine del secondo tempo abbiamo subito un gol evitabile, e nel terzo abbiamo smesso di attaccare, giocando solo difensivamente". Gli fa eco il collega Gregory Hofmann: "Non è stata certo la miglior partita, ma abbiamo comunque sempre lottato. Pensavamo di poter fare qualcosa di speciale, invece è finita drasticamente. Errori? Non siamo riusciti ad impostare il nostro gioco e ad esercitare pressione, così da lasciargli troppo tempo per ragionare con il disco sul bastone".

 
 
 
Condividi