Che succede?
Che succede? (Keystone)

Il Berna non è d'accordo e chiede un'esenzione

Pure Swiss Olympic contro lo stop del Cantone ad eventi con più di 1'000 persone

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non è tardata ad arrivare la risposta del Berna. L'iniziativa del Cantone della Capitale di vietare tutti gli eventi con più di 1'000 persone rischia di pesare sulle tre squadre di hockey locali e in particolare sugli Orsi che hanno subito indetto una conferenza stampa.

La società 16 volte campione svizzera ha fatto sapere di essere sorpresa delle decisioni prese dalle autorità e che tutti gli investimenti dei club sportivi nelle misure di protezione sono stati fatti proprio per evitare il ritorno a tali condizioni. Il Berna ritiene la scelta sproporzionata, aggiungendo che non vi sono stati casi di COVID-19 in relazione con le proprie partite e spera quindi vi sia una rettifica che possa permettere di mantenere invariato il corrente numero di spettatori.

Continueremo a giocare con 1'000 spettatori fino alla sosta per la Nazionale. Poi bisognerà trovare una soluzione, altrimenti finanziariamente sarà dura Marc Lüthi

In maniera simile si è espressa attraverso un comunicato anche Swiss Olympic, che spera che la decisione del Canton Berna non sia seguita dagli altri cantoni, perché ciò avrebbe conseguenze negative su tutte le organizzazioni sportive, e che ha concluso dicendo che i divieti alle competizioni e agli allenamenti come quelli in vigore sino a giugno non devono più essere un'opzione.

 
 
Condividi