Cresce la presenza femminile in National League
Cresce la presenza femminile in National League (Keystone/Ti-Press)

"Il sesso non conta, contano le capacità"

Vicky Mantegazza felice per la nomina di Florence Schelling come ds del Berna

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Da un paio di giorni Vicky Mantegazza non è più l'unica donna a ricoprire un ruolo chiave all'interno di un club di National League. La nomina di Florence Schelling nel ruolo di ds (che quindi si declina in... direttrice sportiva) del Berna ha infatti il sapore di un'altra rivoluzione per un mondo prettamente maschile come quello dell'hockey svizzero. "Sono estremamente felice di questa nomina e non posso che augurarle tanta fortuna - ha commentato la stessa numero uno dell'HC Lugano intervistata dal collega di Rete Uno Sport Omar Gargantini - Alla fine non conta se sei uomo o donna, quello che veramente conta sono le tue capacità, le tue conoscenze, il tuo carattere. E sono sicura che Florence saprà farsi onore e farsi rispettare".

Per mettersi in gioco in ruoli così importanti ci vuole incoscienza. Ma l'incoscienza è una questione di coraggio Vicky Mantegazza

Alla testa del club bianconero da ormai otto anni, Vicky Mantegazza non se la sente comunque di dare grandi consigli. "Non ha certo bisogno di consigli da parte mia - ha continuato Vicky Mantegazza - Florence ha giocato in America, in Svezia, con la Nazionale, ha un sacco di conoscenze e conosce il mondo dell'hockey e quindi non ha bisogno di consigli da nessuno. Mi sento solo di dirle di essere se stessa e di seguire la sua strada e non ascoltare troppo la voce della gente".

 
Condividi