Non è bastato Pestoni ai leventinesi
Non è bastato Pestoni ai leventinesi (Keystone)
Ambrì Piotta
2
Ginevra-Servette
3
  • 30' Pestoni
  • 36' McMillan
  • 24' Tommernes
  • 51' Filppula
  • 56' Pouliot
Tabellino Risultati e classifiche

L'Ambrì si deve arrendere anche al Ginevra

Alla Gottardo Arena i biancoblù sono stati sconfitti 3-2 e restano a 32 punti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Seconda sconfitta del weekend per l'Ambrì, che in casa si è dovuto arrendere 3-2 al Ginevra. Alla Gottardo Arena, Elias Bianchi - che festeggiava la sua 500a partita in maglia biancoblù - e compagni hanno provato in tutti i modi a trovare quel successo che gli avrebbe permesso di scavare il pesante solco di +11 in classifica proprio sui granata, ma un powerplay ancora deficitario e un po' di sfortuna hanno consegnato i 3 punti alle Aquile.

Luca Cereda ha cercato di dare nuova linfa ai suoi ragazzi, rimescolando le linee d'attacco: Kozun è stato preferito a D'Agostini nel terzetto completato da Regin e Zwerger, con il posto dell'austriaco che è stato preso da McMillan, mentre tra i pali è invece stato il turno di Ciaccio. I primi 20' sono andati agli archivi senza che nessuna delle due squadre riuscisse a trovare la via della rete, nonostante alcune buone occasioni e un powerplay per parte, che in casa leventinese continua però ancora a non funzionare. Penalizzato Fischer con un 2+2, dopo che Zwerger si trovava già sulla panca dei puniti, il periodo centrale è iniziato nel peggiore dei modi per i biancoblù, che hanno inevitabilmente incassato il punto d'apertura ospite al 23'42'' firmato da Tömmernes, poco dopo il rientro dell'austriaco.

La rete dello svedese ha dato una scossa ai biancoblù, che dopo una fase piuttosto confusa sono saliti in cattedra, riportando dapprima la contesa in parità con Pestoni al 29'26'' - abile a sfruttare un disimpegno approssimativo di Le Coultre - ed in seguito a trovare anche il vantaggio grazie a McMillan al 35'13''. Scesi sul ghiaccio nel periodo conclusivo con un uomo in più, in virtù di una doppia penalità inflitta a Vermin nelle fasi finali del secondo tempo dopo una piccola bagarre con Zaccheo Dotti, i sopracenerini hanno nuovamente litigato con il powerplay. Superiorità numerica, quella delle Aquile, che invece funziona molto bene, e che ha permesso a Filppula di trovare il pareggio al 50'23''. L'Ambrì ha poi provato a riprendere in mano le redini del confronto, ma la beffa è giunta al 55'23'' quando Pouliot ha firmato il definitivo 3-2.

 
 
 

 

Condividi