È stata una serata davvero difficile per i ticinesi in Germania
È stata una serata davvero difficile per i ticinesi in Germania (freshfocus)
Eisbären Berlino
6
Lugano
3
Tabellino Risultati e classifiche

Lugano, una sconfitta che può costare cara

Battuti a Berlino, i bianconeri rischiano di uscire dalla Champions Hockey League

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si è improvvisamente complicata l'avventura in Champions Hockey League del Lugano. I bianconeri hanno infatti subito una netta sconfitta per 6-3 sul ghiaccio degli Eisbären Berlino e ora rischiano di venire eliminati dal torneo continentale. A rendere problematica la situazione dei ticinesi nel Gruppo E è arrivata pure l'ampia vittoria per 6-1 dello Skelleftea sul Tappara Tampere, che ha permesso agli svedesi di superare il team elvetico al secondo posto (fermo a quota 7) arrivando a -1 dalla compagine finlandese, sempre in vetta con 10 punti. Pertanto se, nell'ultima giornata della fase a gironi (in programma settimana prossima), lo stesso Skelleftea andasse a vincere dopo il 60' in casa del Tappara Tampere, per il Lugano (che ospiterà i berlinesi alla Cornèr Arena) non ci sarebbe più alcuna possibilità di accedere agli ottavi di finale.

E dire che a passare in vantaggio per primi sono proprio stati i bianconeri al 6'28" grazie ad una splendida azione in velocità finalizzata da Bertaggia. Ma nel giro di un paio di minuti la situazione è decisamente cambiata, coi tedeschi che hanno ribaltato il risultato in modo anche piuttosto fortunoso. Prima Després (13'51") ha piazzato nello slot un disco finito sotto i gambali di Fatton e poco dopo, al 16'15", Morini ha deviato nella propria porta una conclusione di Boychuk. Imprecisioni difensive che hanno portato ad altre due reti dei padroni di casa ad inizio secondo periodo messe a segno da Pföderl (dopo aver soffiato il disco dal bastone di Guerra) e da Byron (peraltro subito dopo un time out chiesto da McSorley).

La rete di Thürkauf - deviazione su tiro da lontano di Alatalo - e l'entrata di Fadani al posto di Fatton non hanno minimamente cambiato l'inerzia della partita, che ha poi visto gli Eisbären andare in gol ancora con Byron e con Veilleux e il Lugano accorciare le distanze nel finale ancora con l'attaccante numero 97.

 
Condividi