Il coach è tranquillo
Il coach è tranquillo (Ti-Press)

"Meglio aspettare e prendere un top player"

McSorley e il Lugano non vogliono precipitarsi sul mercato dopo l'infortunio di Josephs

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Andrea Torreggiani

L'avvicinamento al weekend che lo vedrà affrontare Zurigo e Berna è stato un otto volante di emozioni per il Lugano. Al sollievo per l'imminente rientro di Daniel Carr, tornato ad allenarsi sul ghiaccio, anche se con la maglia rossa di chi deve evitare i contatti, ha fatto seguito lo scoramento per il brutto infortunio di Troy Josephs, fuori causa dalle quattro alle sei settimane. L'HCL potrebbe dunque dover giocare qualche partita con due soli stranieri, visto che, come ha sottolinato coach Chris McSorley, "è possibile che Carr sia già pronto sabato, ma è molto più probabile che torni a giocare solo martedì".

Non sono preoccupato perché ci sono diversi giocatori che possono aumentare il loro minutaggio per sopperire alle assenze Chris McSorley

Nonostante l'emergenza stranieri, il Lugano non è comunque intenzionato a correre sul mercato. "Io e Hnat Domenichelli - ha sottolineato McSorley - siamo esattamente sulla stessa lunghezza d'onda, che è quella di non prendere un giocatore mediocre pur di prenderlo in fretta. Se dobbiamo aggiungere un elemento al nostro roster, allora è meglio aspettare la fine dei camp della NHL ed i conseguenti tagli per mettere sotto contratto un top player, piuttosto che ingaggiare qualcuno che non può dare un contributo importante alla squadra. Ultimamente poi abbiamo ottenuto delle belle vittorie anche senza Carr".

Cerchiamo un rinforzo che sia una soluzione a lungo termine, non un semplice cerotto Chris McSorley

Stando a quanto si è potuto vedere all'allenamento odierno, per la sfida di domani sera a Zurigo McSorley dovrebbe riproporre la stessa formazione vittoriosa martedì con lo Zugo, fatta eccezione per Vedova, che prenderà il posto di Josephs nel terzetto offensivo completato da Calvin Thürkauf ed Alessio Bertaggia. In squadra a breve potrebbe rientrare anche Romain Loeffel, pure lui tornato ad allenarsi in maglia rossa.

I terzetti d'attacco: Stoffel, Arcobello, Fazzini; Morini, Herburger, Boedker; Vedova, Thürkauf, Bertaggia; Walker, Tschumi, Traber.

Le coppie di difesa: Riva, Alatalo; Müller, Nodari; Wolf, Chiesa; Guerra.

Portieri: Schlegel, Fatton.

 
Condividi