Blackout fatale
Blackout fatale (rsi.ch)

"Nel secondo tempo loro molto meglio di noi"

Cereda non drammatizza dopo la battuta d'arresto nel derby, individuandone le cause

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo il sussulto dello scorso 15 ottobre, l’Ambrì ha dunque immediatamente perso lo scettro di padrone del derby a scapito di un Lugano emerso con veemenza nel secondo periodo, per poi frenare il ritorno ospite. È proprio a quei tribolati 20' che coach Cereda attribuisce le cause del mancato successo dei suoi: "Penso che abbiamo disputato un buon primo tempo, mentre nel secondo i bianconeri si sono dimostrati nettamente migliori, molto più disperati nei duelli e nel gioco. Questo ha deciso la partita".

Sceglieremo soltanto domani chi sarà il portiere titolare contro il Ginevra Luca Cereda

Detto degli aspetti da migliorare, su tutti freddezza e precisione, il 40enne si è poi soffermato sulle note liete di serata, elogiando in particolare tre elementi: "Guardiamo pure le cose positive, come i gol di Zaccheo Dotti e Kostner o i continui progressi di Burren. Focalizzarsi solo su quanto di negativo porta a perdersi in un bicchier d'acqua".

Non so cosa sia successo nel secondo tempo, ma è lì che abbiamo buttato via la partita Diego Kostner

Spazio infine anche allo stesso Kostner, il quale - visto l'avvio a spron battuto - si attendeva un altro tipo di epilogo: "Domani sarà assolutamente necessario migliorare il powerplay, oggi non all'altezza. Dovremo giocare il nostro hockey dal 1' al 60', così da prendere i tre punti". Tre punti che, uniti a quelli racimolati martedì con l'Ajoie, darebbero una connotazione tutto sommato soddisfacente alla settimana biancoblù.

 
 
Condividi