Bürgler tra i biancoblù più in palla
Bürgler tra i biancoblù più in palla (Ti-Press)
Ambrì Piotta
2
Ginevra-Servette
3
  • 22' Chlapik
  • 29' Bürgler
  • 6' Jooris
  • 49' Toemmernes
  • 51' Maurer
Tabellino Risultati e classifiche

Prima sconfitta per un Ambrì inceppato

Senza l'acciaccato Heed, biancoblù superati dal Ginevra castigatore delle ticinesi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Federico Fiorito

Sarà stata l'assenza dell’acciaccato Heed, saranno state un po’ di scorie nelle gambe, fatto sta che l'Ambrì non è riuscito a regalare a Dale McCourt, ospite d'onore della GBB alla Gottardo Arena, la gioia della quinta vittoria consecutiva in campionato. Con gli altri sei stranieri regolarmente in pista e con le linee leggermente modificate, Grassi e compagni hanno fornito una prestazione che soltanto a sprazzi ha fatto da eco a quanto di buono visto nelle quattro precedenti uscite e che è risultata insufficiente contro un Ginevra ben attrezzato che, all'indomani del successo sul Lugano, si è imposto anche in Leventina con il punteggio di 3-2.

I biancoblù hanno dato l'impressione di iniziare piuttosto bene il confronto con un'occasione al 4' per Bürgler, uno dei più propositivi e pericolosi sull'arco dell'intera serata. Pestoni fermato davanti a Mayer, al culmine di un'ottima ripartenza, ha fatto però da preambolo al vantaggio di Jooris al 5'47", letteralmente dimenticato da una retroguardia sbilanciata e libero di mettere il disco alle spalle di un incolpevole Juvonen sull'assist di Vatanen. Per la prima volta in stagione sotto nel punteggio, i ragazzi di Cereda hanno vissuto un primo powerplay molto difficoltoso, che è stato lo specchio di un primo tempo decisamente avaro di pericolose manovre offensive sul fronte ticinese.

Al rientro dagli spogliatoi la musica è però cambiata ed anche il calore ed il trasporto degli oltre 6'400 della Gottardo Arena. Sono bastati 7" al secondo powerplay di serata per ristabilire la parità con Chlapik al 21'06" e pochi istanti più tardi McMillan ha sfiorato l’immediato raddoppio. Raddoppio che è arrivato con la spettacolare conclusione proprio di Bürgler al 28'10" a suggellare un dominio territoriale interrotto soltanto durante le due ingenue penalità rimediate dai fratelli Dotti. Fin dalle prime battute del terzo periodo il vento è apparso cambiato, ma soltanto l'estemporaneo assolo di Tömmernes in 4 contro 4 al 48'50" ha portato al momentaneo 2-2 dei ginevrini, che hanno poi trovato, una volta rientrati Hartikainen e Fohrler dalla panchina dei penalizzati, il gol vittoria con Maurer al 50'01".

Legato ad Afterhockey del 24.09.2022

 
Condividi