Prudenza d'obbligo per il catalano
Prudenza d'obbligo per il catalano (Keystone)

Permangono dubbi sul ritorno di Marquez

Il pilota Honda è ottimista, ma non sa ancora fissare una data in cui rivederlo in pista

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sul calendario Marc Marquez ancora non ha potuto cerchiare di rosso una data. Ciononostante il campione spagnolo, fermo dal 19 luglio 2020 per l'incidente di Jerez, resta "ottimista". Dopo un lungo silenzio dalla fine della scorsa stagione, il fenomeno delle due ruote è tornato a esprimersi in occasione dell'odierna presentazione della Honda RC213V del team ufficiale Repsol.

Vedo i continui progressi. Sto aumentando il lavoro fisico e l'importante è che ogni settimana io mi senta meglio. Spero di tornare il prima possibile, ma ancora non so quando Marc Marquez

Dopo tre interventi all'omero destro, fratturato nella caduta sul circuito andaluso, lo spagnolo è consapevole che al rientro in pista servirà tanta pazienza: "L'obiettivo del 2021 sarà risalire in moto e divertirmi. Poi, passo dopo passo, penserò a tornare veloce". Il sei volte campione della MotoGP ha già affermato che non ci sarà ai test di inizio marzo, ma che valuterà se presenziare o meno al primo o al secondo GP in programma in Qatar (28 marzo e 4 aprile): "Se ancora non sarà possibile, tornerò in Portogallo il 18 aprile".

Condividi