Sommer non può nulla
Sommer non può nulla (Keystone)
Brasile
1
Svizzera
0
  • 83' Casemiro
Tabellino Risultati e classifiche

Casemiro spezza i sogni rossocrociati

La Svizzera si inchina al Brasile per la prima volta in un Mondiale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

dall'inviato in Qatar Silvio Reclari

Per la prima volta nella sua storia la Svizzera è stata battuta dal Brasile durante la fase finale dei Mondiali. Per lunghi tratti i Rossocrociati sembravano poter portare a casa il pareggio, come già accaduto nel 1950 e quattro anni fa in Russia, ma allo Stadium 974 alla fine a spuntarla è stata la Seleçao di Tite, impostasi per 1-0 grazie a un gran gol di Casemiro nel finale. La sconfitta, probabilmente immeritata per quanto visto in campo, riduce le nostre opzioni per il passaggio del turno, ma in fondo basterà non perdere venerdì contro la Serbia, sempre che i Verdeoro (a punteggio pieno e già qualificati per gli ottavi) facciano il loro contro il Camerun.

Il primo tempo ha offerto davvero poco allo spettacolo. Se in fase difensiva ha proposto una solida partita, fatta eccezione per l'occasionissima capitata a Vinicius attorno alla mezz'ora su cui Sommer ha compiuto l'unica vera parata del primo tempo, la Nati è mancata in attacco. Nonostante una gestione di palla più che discreta, almeno nei primi 15-20', gli uomini di Yakin non sono riusciti a calciare una singola volta verso la porta difesa da Alisson. Preso tra Thiago Silva e Marquinhos, Embolo ha avuto davvero poco spazio, mentre il trio sulla trequarti Vargas-Sow-Rieder è stato troppo timido nel supportarlo.

Come spesso accade in questo Mondiale, la ripresa è stata di tutt'altro tenore. Rientrata dalla pausa con la stessa formazione, la selezione elvetica si è resa pericolosa al 53' col traversone di Widmer, dopo splendida apertura di Xhaka, e con il tiro (ribattuto dalla difesa) di Sow, che avrebbe invece dovuto servire un liberissimo Embolo. In mezzo l'entrata in campo di Steffen, diventato il primo calciatore del Lugano a giocare in un Mondiale con la Svizzera dai tempi di Subiat nel 1994. Al 64' la Nati è poi stata salvata dal VAR, che ha giustamente annullato un gol a Vinicius per fuorigioco di rientro di Richarlison, ma quando un punto sembrava ormai a portata di mano dei Rossocrociati è arrivata la doccia fredda, firmata da Casemiro con un destro imparabile all'83' che ha scatenato la festa verdeoro.

 
 
 
 
Condividi