Bene Akanji ed Elvedi
Bene Akanji ed Elvedi (Keystone)

I centrali e Xhaka sono i migliori

Le pagelle: tanto sacrificio ma poca qualità per provarci davvero

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

dall'inviato in Qatar Omar Gargantini

Sommer 4,5: non può niente sulla prodezza di Casemiro anche perché c'è una deviazione di Akanji. Per il resto molto pulito e rassicurante. Come su Vinicius al 27'.

Widmer 4,5: altra partita di livello. Tiene a bada lo spauracchio Vinicius fino all'azione del gol e ribadisce di avere i tempi giusti negli inserimenti. Peccato che nessuno lo assecondi.

Akanji 5: se il City lo ha preso ci sarà un motivo e in partite come queste lui lo dimostra. Elegante, sicuro e sempre presente nonostante la zavorra della diffida. 

Elvedi 5: anche il grigionese è tra i migliori. Un po' meno personalità di Akanji ma senza mai panicare ne demeritare. 

Rodriguez 4: difensivamente molto ordinato nel tenere a bada Rafinha; bravo soprattutto perché non si fa mai prendere in velocità. Nullo invece l'apporto in appoggio.

Xhaka 5: circoscrive il raggio d'azione davanti alla difesa ma è un riferimento onnipresente nel dare tranquillità e nel gestire i palloni. Peccato non possa mai liberare la giocata in verticale per mancanza di soluzioni. 

Freuler 4,5: anche lui votato essenzialmente a compiti di copertura. Lascia a Xhaka rispetto al debutto il ruolo di play e si mette al servizio della squadra. 

Vargas 3,5: un po' meglio del debutto ma giusto un po'. Chiamato a surrogare Shaqiri sulle palle ferme non ci azzecca mai. E gli manca (anche) il coraggio per essere davvero protagonista. 

Sow 3,5: un po' troppo timido. Non ha nelle corde la fantasia e la tecnica che si chiede ai trequartisti e difatti si limita a far legna come una sorta di terzo mediano. 

Rieder 3,5: gioca fuori ruolo e si vede. Eccome se si vede. Si perde Vinicius nell’unica occasione in cui deve coprire Widmer. In fase di possesso non sa mai che fare.

Embolo 4: molto generoso. Gli si chiede di tenere impegnati Marquinhos e Thiago Silva e ci prova su ogni pallone. Poi, chiaro, in fase offensiva non la vede mai. 

Edimilson 4: un paio di tentativi iniziali, poi il Brasile nasconde il pallone a tutti.

Steffen 3,5: fatica a reggere il livello tecnico. E lo si vede sopratutto quando andando sotto avremmo dovuto prendere in mano il gioco. 

Aebischer, Seferovic e Frei: non giudicabili.

Yakin 4: disegna una Svizzera giudiziosa e molto abbottonata. Non convince la scelta di Rieder, poi suoi cambi non ha molte opzioni. Il fortino regge fino all’invenzione di Casemiro poi non ci sono più tempo ne risorse per rientrare.

 

Condividi