I Mondiali alla RSI

Seguici con

Tra jazz e nuove musiche

Rassegna di concerti pubblici di Rete Due - Stagione 2017-2018 - 2. parte

Scarica la locandina pdf
Scarica il flyer pdf
Scarica il libretto


Vai al Calendario

 

CAMBIAMENTI DI PROGRAMMA

Rete Due e l’Associazione Jazzy Jams comunicano che il previsto concerto di venerdì 16 marzo al Jazz in Bess di Lugano con il trio del sassofonista statunitense J.D. Allen, nell’ambito del ciclo Tra jazz e nuove musiche, è annullato per ragioni indipendenti dalla volontà dell’organizzazione.

La data è stata dunque cancella ma verrà recuperata lunedì 14 maggio (sempre a Jazz in Bess, h. 21.00) con un concerto del grande sassofonista americano Donny McCaslin. Si presenterà con il suo recente progetto Beyond Now (Jason Lindner - piano e tastiere, Jonathan Maron - basso elettrico, Zach Danziger - batteria) con il quale ha partecipato alla realizzazione dell’ultimo album di David Bowie. Prenotazioni: tel. + 41 79 337 00 59 oppure prenotazioni@jazzy-jams.ch

RSI/ 1. maggio 2018

 

 

Tra jazz e nuove musiche compie i trent’anni di presenza fra le offerte concertistiche nella Svizzera italiana. Tempo per ricordare la nascita negli anni ’80, l’evoluzione e la nuova dimensione, assunta negli ultimi anni, di una rassegna oggi radicata nella Svizzera italiana e condivisa da più enti promotori.

La RSI si è da sempre distinta, nell’ambito delle musiche di matrice afro-americana e di improvvisazione, anche nel ruolo di agente e produttore, in sede e sul territorio. Il nostro ente radiotelevisivo è stato regolarmente presente quale partner di manifestazioni ed eventi: dai pionieristici concerti jazz degli anni ’50 alle varie edizioni del primo Festival internazionale del jazz di Lugano (1961-1969), dalle serate – negli anni ’70 - della Festa New Orleans Music di Lugano agli storici concerti all’Aula Magna di Trevano, che fecero da preludio a Estival Jazz.

Una specifica rassegna di concerti pubblici radiofonici di jazz – che assumerà nel 2008 l’appellativo attuale Tra jazz e nuove musiche – prende corpo su iniziativa di Rete Due nella seconda metà degli anni ’80. Risponde all’esigenza di offrire al pubblico un “supplemento” valido e di qualità alla programmazione estiva, essenzialmente quella di Estival Jazz, del Festival New Orleans e più tardi di Blues to Bop

Alla base c’è la volontà di presentare un ventaglio il più ampio possibile di quella che è la creazione contemporanea tra jazz, musiche improvvisate e “nuove musiche”,  nessun genere, tendenza, provenienza geografica esclusi (mainstream e neo-bop, jazz d’avanguardia e libera improvvisazione, jazz e “folklore immaginario”, fusion & electro jazz, musiche per big band. Con musicisti americani, europei, svizzeri…). Culla originaria della stagione è lo Studio 2 nella sede di Besso e qui i concerti si tengono regolarmente fin verso la metà degli anni ’90. Successivamente però gli spazi della RSI non sono più l’unico sito della manifestazione, che si apre al territorio cantonale, in quei luoghi dove è presente un humus adatto a far crescere le collaborazioni.

Negli ultimi anni la rassegna si è sempre più svincolata dallo Studio 2 e dall’Auditorio RSI per intessere sinergie con quei nuovi partner che si sono affacciati sulla ribalta ticinese della promozione di concerti di jazz e più in generale di musica alternativa, non convenzionale e non-commerciale. All’ormai consolidato Festival Jazz di Chiasso, si sono affiancati a Lugano eventi in collaborazione con le associazioni Jazzy Jams e OggiMusica, nonché con lo Studio Foce. Partner nel Locarnese è diventato il Jazz Cat Club, a volte anche il Teatro San Materno. Rivitalizzata la collaborazione con il Teatro Sociale di Bellinzona, è nata quella nuova con l’associazione Musibiasca.

Tra jazz e nuove musiche vuole oggi essere la griffe di un ciclo di concerti trasversale, condiviso da enti, associazioni e organizzazioni che operano sul territorio della Svizzera italiana nel segno di un interesse non solo per un jazz inteso in senso lato ma anche per quelle musiche attuali dove convergono elementi e caratteri che hanno fatto l’unicità della musica afro-americana: incontro, confronto, dialogo, sincretismo.

Giunta con questa sua stagione 2017/18 alla 30. edizione, la rassegna proporrà nella seconda parte da febbraio a maggio una serie di appassionanti concerti - con nomi di richiamo o musicisti da scoprire, ognuno con le proprie particolarità. Alle grandi star Michel Portal (23 febbraio all’Auditorio RSI) e Chick Corea (12 maggio, a Chiasso), si affiancheranno nomi di assoluto primo piano del sassofono contemporaneo quali Joshua Redman (Festival jazz di Chiasso, 8 marzo) o il giovane belga Robin Verheyen (a Biasca il 27 aprile, assieme ad un trio USA stellare); il maestro della chitarra jazz Pat Martino (ad Ascona il 9 aprile), il bravo pianista italiano Antonio Zambrini (11 aprile, negli studi RSI, al posto dell’annunciato gruppo di Dave King) o ancora l’ormai lanciatissima vocalist Cécile McLorin Salvant (7 maggio, di nuovo ad Ascona).

Paolo Keller

 

Tutti i concerti saranno trasmessi in diretta su Rete Due e sul suo sito rsi.ch/rete-due, a parte quello del 27 aprile che sarà riproposto domenica 29 aprile in Concerto Jazz alle 21.00.

Prezzi dei biglietti, informazioni su prevendite e riservazioni e altri dettagli sulle serate sono pubblicati anche in questo sito sotto Calendario, nonché Info e prevendite.

Programma con riserva di modifiche.