JAMES BRANDON LEWIS TRIO & ANTHONY PIROG - Venerdì 23 novembre 2018 - ore 20.30 - Lugano-Besso, RSI Studio 2 (© facebook.com/JamesBrandonLewis/)

Ogni giovedì in prima serata, Falò

Seguici con

Tra jazz e nuove musiche

Rassegna di concerti pubblici di Rete Due - Stagione 2018-2019 - 1. parte

Scarica il flyer
Scarica il libretto  

Vai al calendario

 

Appellativo di una stagione di concerti dove confluiscono generi e tendenze legate al concetto di improvvisazione, Tra jazz e nuove musiche – prodotta dalla Rete Due sin dalla fine degli anni ’80 - ha ospitato nel corso della sua lunga storia numerosi tra i più acclamati nomi della scena musicale contemporanea, accanto a molti giovani musicisti emergenti.
Nata nel leggendario Studio 2 della RSI di Lugano-Besso, la rassegna si propone ormai regolarmente anche al di fuori degli spazi dell’ente radiotelevisivo, con concerti e spettacoli nati in collaborazione con altri enti, associazioni e organizzazioni attivi sul territorio. 

Tra jazz e nuove musiche vuole oggi essere la griffe di un ciclo di concerti trasversale, condiviso da chi opera nella Svizzera italiana nel segno di un interesse non solo per un jazz inteso in senso lato ma anche per quelle musiche attuali dove convergono elementi e caratteri che hanno fatto l’unicità della musica afro-americana: incontro, confronto, dialogo, sincretismo.

 

Il nuovo ciclo di concerti 2018-19 (prima parte) avrà inizio il 7 ottobre e proseguirà fino a dicembre.

L’apertura al Museo Vincenzo Vela di Ligornetto (ore 17.30), per la prima volta partner della rassegna, è affidata agli svizzeri Vein, un classico trio jazz pianistico che nei tanti anni di lavoro comune ha ormai forgiato una originale e moderna lettura delle possibilità espressive di questo format dalla grande tradizione.

Un confronto sulle modalità odierne di intendere il piano trio nel jazz ci sarà subito offerto dal concerto successivo (al Teatro Sociale di Bellinzona, l’11 ottobre), stavolta con la formazione dell’inglese Django Bates. Musicista multiforme e dalle vulcaniche idee, Bates ha raccolto attorno a sé da qualche anno due suoi ex-allievi al Conservatorio di Copenhagen per dar vita ad un ensemble che, fra le tematiche sviluppate, include anche una intelligente rilettura della musica di Charlie Parker.

Ancora in ottobre - il 25, al Jazz in Bess di Lugano - è in cartellone una serata-evento con due diversi concerti.  All’esibizione di raffinati improvvisatori quali il giovane clarinettista Joris Roelofs e l’inossidabile batterista (e uomo di spettacolo) Han Bennink - entrambi olandesi, seguirà quella del quartetto di Avishai Cohen, trombettista – omonimo del collega contrabbassista – che in questi ultimi anni si è distinto per la voce originale che è riuscito a dare al suo strumento, così pieno di storia nella vicenda della musica afro-americana.

Un appuntamento fra i più attesi della rassegna è quello di domenica 11 novembre, all’Auditorio della RSI di Lugano. Vi si produrrà un quintetto guidato da Enrico Rava, tra i jazzisti italiani di maggior notorietà internazionale, con la partecipazione speciale di Joe Lovano, sassofonista statunitense tra i più accreditati della scena odierna.  Il trombettista triestino e il musicista originario di Cleveland  rilanciano una collaborazione che risale ad una ventina di anni or sono, con stavolta quale partner una giovane sezione ritmica pure italo/americana.

Il sassofonista James Brandon Lewis si è segnalato negli ultimi anni come figura di rinnovamento della scena jazz statunitense. Già apprezzato in un precedente concerto della rassegna nel gruppo di William Parker, stavolta si annuncia (il 23 novembre, ancora alla RSI) con il suo trio “elettrico” e con il chitarrista Anthony Pirog: una musica molto groovy, che pesca dalle atmosfere del funk e del rock, quella che propongono.

Il Teatro del Gatto di Ascona sarà cornice il 3 dicembre dell’ultima serata di questa parte di rassegna. Ancora un pianista, ancora un trio: Alfredo Rodriguez – giovane star cubana, pupillo del grande produttore Quincy Jones - presenterà la sua musica impregnata di tradizione jazzistica e di elementi latino-caraibici, di grande energia e passione, che ha portato in giro con successo sui palcoscenici di tutto il mondo. (PK)

 

Questa serie di concerti è realizzata in collaborazione con:
Museo Vincenzo Vela, Ligornetto                        
Teatro Sociale, Bellinzona                                     
Jazz in Bess, Lugano                                                
Associazione Jazz Cat Club, Ascona                      

 

Le serate saranno trasmesse, integralmente o parzialmente, in diretta su Rete Due e sul suo sito www.rsi.ch/rete-due, a parte quella di domenica 7 ottobre che sarà riproposta in differita la sera stessa alle ore 21.00 in Concerto Jazz.

Presentazione dei concerti, prezzi dei biglietti, informazioni su prevendite e prenotazioni, e altri dettagli sono pubblicati in questo sito sotto Calendario nonché Info e prevendite.

Programma con riserva di modifiche