(RSI/Loreta Daulte)

La RSI

Quanto ci conosci? Qualche dettaglio in più... da scoprire in poche righe

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

RSI è la filiale italofona della SSR, l’Azienda del Servizio pubblico radiotelevisivo svizzero. Si rivolge dunque prioritariamente al Canton Ticino e alle quattro valli del Grigioni italiano, nonché agli italofoni del resto del Paese. Produce e distribuisce in tutta la Svizzera contenuti audio e audio-video in lingua italiana su due canali TV – LA 1 e LA 2 – e tre reti Radio – Rete Uno (generalista), Rete Due (musicale e culturale) e Rete Tre (all’insegna dell’accompagnamento). RSI mette a disposizione una sempre più importante offerta anche online e social.

La Radio (un tempo Radio Monteceneri) trasmette dal 1932 ed è stata una voce libera e neutrale molto seguita anche all’estero durante il secondo conflitto mondiale. Le prime trasmissioni TV risalgono invece al 1958. Dal 2019 i programmi TV non vengono più diffusi sul digitale terrestre, il che ha di fatto impedito a centinaia di migliaia di persone che ci seguivano dalle regioni estere di confine. Per loro e per gli interessati di tutto il mondo esiste il sito tvsvizzera.it mentre tutte le produzioni audio-video di cui deteniamo i diritti possono essere (ri)viste in streaming su RSI.ch/play.

RSI ha sede a Lugano e Comano (Canton Ticino): nel Campus di Comano in costruzione verranno integrati nei prossimi anni anche gli Studi della Radio, attualmente ospitati nella storica sede di Lugano-Besso, patrimonio architettonico e culturale.

RSI dà lavoro a un migliaio di collaboratrici e collaboratori. Si finanzia grazie ai proventi del canone (77%), della pubblicità televisiva (13%; in Radio è vietata), alle sponsorizzazioni e alla vendita di programmi.

Dal 1° aprile 2021 è diretta da Mario Timbal.

 

Il sito della SRG SSR