Le novità su Play Suisse di questa settimana

Tutti i prodotti freschi della settimana sulla piattaforma streaming SSR , dalla fiction alla documentaristica. Ti sei già iscritto? È gratis

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In attesa di scoprire le nuove strampalate avventure degli “sbirri” vallesani, in arrivo su Play Suisse il terzo fine settimana di Avvento, la prima stagione di Tschugger è di nuovo disponibile sulla piattaforma streaming della SRG SSR! La commedia poliziesca realizzata nel 2021 da David Costantin e Leandro Russo è diventata subito un cult oltre Gottardo, mentre alle nostre latitudini ha stentato un po’ a decollare: il caratteristico dialetto dell’Alto Vallese e l’assenza di un doppiaggio in italiano non aiutano, ma grazie ai sottotitoli la serie merita sicuramente un’occasione!

Spesso impegnati con pecore fuggitive e feste della vendemmia, gli agenti della polizia cantonale vallesana si risvegliano dal torpore a seguito di un inspiegabile tentato omicidio. Finalmente succede qualcosa! Tuttavia, prima che gli sbirri possano gettarsi sul caso, un ufficiale della polizia federale prende il comando delle operazioni…

Di seguito trovate invece le novità più interessanti dell’ultima settimana, tra cui spicca il documentario che lo scorso 25 marzo ha trionfato al Premio del cinema svizzero.

 

Ostrov – L’isola perduta ("Ostrov – Die verlorene Insel”) di Svetlana Rodina e Laurent Stoop (2021)

Miglior documentario Quartz 2022

Sull'isola di Ostrov, nel Mar Caspio, gli abitanti sopravvivono grazie alla pesca illegale. Dal crollo dell'Unione Sovietica, lo Stato russo li ha abbandonati a loro stessi. Ivan, pescatore di terza generazione, rischia la vita e la sua libertà ogni volta che esce in mare, ma è convinto che un giorno Putin avrà pietà della loro miseria e li aiuterà.

Guerra e pace di Martina Parenti e Massimo D’Anolfi (2020)

Come si filma un conflitto armato? Diviso in quattro parti, il documentario segue il costante lavoro di ricerca e restauro di antiche pellicole presso l’Istituto Luce di Roma; la quotidianità dell’Unità di Crisi della Farnesina; la formazione di giovani soldati francesi che imparano a produrre immagini di guerra e, infine, la conservazione dei preziosi archivi della Croce Rossa. 

Polizia, favorisca il suo DNA! (“Police, Veuillez présenter votre ADN !") di Raphaëlle Aellig (2022)

Manifestanti portati in centrale e costretti a sottoporsi alla profilazione del DNA? È quello che è successo agli “zadisti” di Mormont, nel Canton Vaud. Sebbene risulti molto efficace per identificare i criminali, l'uso del DNA come strumento di monitoraggio della popolazione solleva non poche preoccupazioni.

 

Qui puoi iscriverti gratuitamente a Play Suisse, la piattaforma streaming SSR.

 

Vuoi ricevere questa notizia per e-mail?

La nostra e tua comunità: iscriviti alla Newsletter RSI. Appuntamento ogni settimana