Klimt ritrovato, rubato per finta

La Procura di Piacenza ha aperto un'inchiesta nei confronti della vedova dell'ex direttore della Galleria da cui è stata sottratta la tela

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il "Ritratto di signora" di Klimt, scomparso nel 1997, era stato ritrovato lo scorso dicembre nell’intercapedine di un muro della Galleria Ricci Oddi di Piacenza, ma le indagini, dapprima focalizzatesi sui custodi del museo, non avevano portato da nessuna parte.

Recentemente, invece, come anticipato dal quotidiano piacentino Libertà, la Procura ha aperto un’indagine nei confronti della vedova dell'ex direttore della Galleria. L’ipotesi di reato nei suoi confronti è di ricettazione.

Qualche mese prima della sparizione della tela, l'uomo, morto nel 2009, avrebbe architettato un finto furto del dipinto. Nel suo diario, ha ipotizzato di rubare il quadro per poi farlo ritrovare durante un’esposizione, questo per attirare visitatori.

Alla lista degli indagati, oltre al nome della moglie dell’ex direttore della pinacoteca, si aggiunge quello di un altro uomo, che ha confessato il furto. Le ipotesi di reato a suo carico sono di furto e ricettazione.

PSo
Condividi