(iStock )

Fra le linee, in cerca di vento

di Massimo Zenari

Milo De Angelis è tra le figure più rilevanti della poesia, non solo di lingua italiana, di questi decenni. E nell’anno dei suoi 70, il poeta milanese è tornato con una raccolta – “Linea intera, linea spezzata” (Mondadori) – che ancora una volta lascia il segno. Un segno che si coglie nella presenza costante del ricordo, il quale ci conduce nell’esplorazione di una memoria che da intimamente personale si fa urgentemente collettiva. Se l’ospite principale della prima nuova puntata di “Alice” del nuovo anno è Milo De Angelis, a tenergli idealmente compagnia saranno Mario Postizzi, avvocato ticinese, notevole autore di pensieri e frammenti, il cui ultimo libro si intitola “Aforismi tra la vita e la morte” (Aragno), e Dario Borso, la cui attenzione, in fine di anno vecchio, è caduta sull’autobiografia della scrittrice franco-tedesca Claire Goll, personaggio controverso del pieno Novecento, che visse anche a Ginevra e ad Ascona, e che conobbe il gran mondo letterario del suo tempo. “Cercando di afferrare il vento” (Prospero Editore) è il titolo del mémoir, “maledetto” e bistrattato, strabordante di aneddoti e pettegolezzi, di cui Borso ci offre la prima edizione critica mondiale, a distanza di oltre quarant’anni dalla sua prima, in parte censurata, pubblicazione.

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda My Valentine - Brad Mehldau Ore 2:01