"Pietro Sarto. Le metamorfosi Infinite"

di Marco Pagani

Da sabato è aperta al pubblico l’esposizione "Pietro Sarto. Le metamorfosi infinite", a cura di Carole Haensler per l’allestimento bellinzonese, al Museo di Villa Dei Cedri. Doverosa retrospettiva che permette di conoscere l’attivissimo artista-incisore, sperimentatore di origini ticinesi ma vodese di adozione, fondatore dell’Atelier Calcografico des Saint-Prex. Oltre 60 anni di attività artistica che la mostra racconta focalizzandosi sulla sua sperimentazione di tecniche e strumenti, così come sul dialogo fra pittura e incisioni che sembra cristallizzarsi nelle sue acquetinte e nelle sue fotoincisioni a colori. Anna Pianezzola ne ha parlato con Carole Haensler, direttrice di Villa dei Cedri e co- curatrice dell’esposizione aperta fino al 29 gennaio del prossimo anno.