(iStock)

Don Jon da Las Rossas

Ovvero la sconosciuta storia dell’elvetico cavalier errante Giovanni Luzzi, oriundo giramondo engadinese, infaticabile biblista di fama internazionale, di Daniel Bilenko

DOMENICA IN SCENA
Domenica 24 dicembre 2017 alle 17:35

Con: Cecilia Broggini, Moira Bubola, Matteo Carassini, Nicolas Joos, Massimiliano Zampetti
Registrati fra gli altri in presa diretta live: Benedict Denoth, Marcello Chiti, Paolo Ricca, Milena Gisep, Rosanna Nussio, Franco Liver, Pier Augusto Albrici, Francesco Gianoli, Fausto Isepponi, Carlo Papacella.

Registrazione, montaggio suoni live e voci interviste: Daniel Bilenko
Registrazione Editing e sonorizzazione; Thomas Chiesa
Regia: Claudio Laiso
Produzione: Francesca Giorzi
(PROD RSI 2017)

Questa docufiction radiofonica racconta tutto d’un fiato la storia di un elvetico cavalier errante oriundo giramondo engadinese infaticabile biblista di fama internazionale, Giovanni “Jon” Luzzi (Canton Grigioni, 1856—1948).

Pastore riformato, operatore sociale, editore poliglotta e professore universitario, Giovanni Luzzi lavora per 25 anni alla traduzione e a una versione commentata della Bibbia nell’intento di renderla leggibile e accessibile a tutti: un’opera titanica in un contesto a dir poco ostico, come scopriremo… Attraverso invenzioni teatrali, reperti d’archivio e reportage, Don Jon de Las Rossas ripercorre le tappe geografiche ed esistenziali di questo teologo ecumenico ante litteram.

Per la realizzazione di questo lavoro, un particolare ringraziamento va a Hans-Peter Dürr e Guadench Dazzi.

Si ringrazia inoltre per la gentile collaborazione il Museo di Val Verzasca e la sua curatrice Veronica Carmine.

Bibliografia essenziale:

Hans-Peter Dür, "Giovanni Luzzi. Traduttore della Bibbia e teologo ecumenico", Torino, Claudiana editore
Giovanni Luzzi, "Dall’alba al tramonto. Appunti autobiografici", Firenze, Fides et amor

Clicca qui per ascoltare il radiodramma in lingua romancia Jon da las Rossas. Il Don Quichotte da Strada

“Giovanni” e “Luzzi” sono una legittima italianizzazione all’anagrafe di un nome e di un cognome della persona vissuta per 70 anni in Italia. In origine però era Jon Lüz: uomo nato in carne e ossa in Bassa Engadina, nome e cognome romanci.

Oltre ad aver seguito da vicino e collaborato preziosamente alla produzione di Rete DUE del Don Jon da las Rossas, il produttore RTR Guadench Dazzi ha dunque realizzato un adattamento regionalizzato di questa docufiction in lingua romancia.

 

Ora in onda Prima fila - - Concerto RSI In onda dalle 20:30
Brani Brani in onda Sittin' On Top Of The World - Dean Martin Ore 19:29