(iStock)

Il buio dell'Alzheimer

di Sonja Riva

L'Alzheimer è la piu' diffusa delle demenze. Una malattia neurodegenerativa che distrugge le cellule del cervello con conseguenze irreparabili. Nonostante il progresso nelle ricerche, non esiste ancora ad oggi una cura efficace. L'Alzheimer appare come una malattia complessa, scatenata probabilmente da un insieme di fattori e non da un'unica causa. Ogni anno i malati di questa patologia aumentano, con pesanti conseguenze economiche, assistenziali e sociali. Sono quaranta milioni in tutto in mondo le persone colpite da questa malattia, oltre dieci milioni in Europa e in Svizzera oltre centocinquantamila. in Europa è stimato che il costo totale delle malattie del cervello è di 789 miliardi di Euro l'anno.

Molti gli studi in corso, circa una quarantina nel 2018, dei quali due con una partecipazione Svizzera, che in diversi casi vengono interrotti a causa di risultati negativi. Cosi' come svariati sono i fallimenti per trovare una cura valida, dell'industria farmaceutica. Tanto che un colosso farmaceutico come la statunitense Pfizer ha sospeso gli investimenti per la ricerca su Alzheimer e Parkinson. Appare sempre piu' importante riuscire a diagnosticare precocemente questa patologia, che progredisce gradualmente e che ha una lunga fase silenziosa, prima di produrre sintomi. Per questo sembra determinante la ricerca di nuove tecnologie non invasive per la diagnosi e il trattamento delle fasi precoci dell'Alzheimer.

Ne parliamo con la professoressa Monica Di Luca, ordinario di farmacologia all'Università di Milano La Statale, presidente di European brain council e vicepresidente di Airalzh onlus e Giovanni Frisoni, Neurologo, fondatore del Centro Nazionale per la malattia del Alzheimer, Fatebenefratelli a Brescia Ricercatore principale in numerosi progetti internazionali. Professore ordinario del dipartimento di Psichiatria della facoltà di medicina a Ginevra.

Ora in onda Prima fila - fino alle 22.35 In onda dalle 20:05
Brani Brani in onda Danza Ritual del Fuego - Enrike Solinis Ore 20:10