(iStock )

Il cervello dei sessi

di Sonja Riva

Il cervello è indubbiamente il nostro organo più complesso. È formato da cento miliardi di neuroni connessi tra di loro tramite le sinapsi, che sono quelle strutture cerebrali fondamentali per trasferire le informazioni all’interno delle reti neuronali. Le reti che controllano tutto il funzionamento del nostro organismo. Da sempre si indaga se queste reti neuronali, questi circuiti cerebrali e le loro connessioni siano diversi e agiscano in modo diverse negli uomini e nelle donne. Neuroscienziati e ricercatori stanno tentando di capire tramite studi di neuroimaging strutturale e indagini sofisticate grazie a nuove apparecchiature sempre più precise, se il nostro cervello abbia un sesso. Di identificare insomma se esistano e quali siano le differenze tra il cervello di un uomo e il cervello di una donna. Più del novantanove per cento del codice genetico degli uomini e delle donne è identico e la variazione è quindi solo dell’un per cento. Oltre alla minima differenza genetica, per leggere le differenze tra il cervello femminile e quello maschile determinante è anche il ruolo svolto dall’ambiente e dalla società nella quale si vive. Le teorie dell’esistenza di un cervello solo maschile e di un cervello solo femminile sembrano oggi smentite, anche se il cervello dell’uomo e della donna sembra funzionare in modo leggermente differente, anche per effetto degli ormoni sessuali, diversi tra uomo e donna. Ne parliamo con Maria Claudia Vigliani, neurologa alla Città della salute e della scienza di Torino e con Giancarlo Panzica, professore di Anatomia umana, docente di Neuroanatomia e di neuroendocrinologia del comportamento presso l’Università di Torino.

 

Ora in onda Colpo di scena In onda dalle 13:30
Brani Brani in onda I concentrate on you - Howard McGhee Ore 13:25