(iStock)

Il trionfo del bisonte

di Matteo Martelli

L’ultimo esemplare di bisonte europeo nato e cresciuto in natura fu ucciso circa novant’anni fa nel Caucaso, e da allora per quasi un secolo non si è più visto: da qualche anno, però, alcuni programmi di reintroduzione in natura e di conservazione della specie stanno avendo un grande successo.

A Suchy, nel canton Vaud, è nata di recente la prima cellula di conservazione genetica di bisonte europeo presente in Svizzera. Cinque bisonti, un maschio e quattro femmine, sono stati trasportati dalla Polonia, e, dopo un periodo di quarantena, potranno vivere in semilibertà in un’area di 50 ettari. L’obiettivo, è preservare la popolazione del più grande dei mammiferi del Vecchio continente, e diversificarne la discendenza.

Ad accompagnarci alla scoperta di questo progetto ci saranno Alain Maibach, biologo, membro dell’Associazione bisonti d’Europa di Suchy, e Kevin, giovane guardiano d’animali che si prenderà cura dei nuovi arrivati.

A complemento di questa puntata del giardino di Albert radiofonico, segnaliamo che questa domenica 26 gennaio 2020 alle 18:10 su RSI LA 1 Il Giardino di Albert televisivo andrà a sua volta alla scoperta della foresta di Suchy e dei bisonti “vodesi”. In puntata, ci sarà anche un documentario dedicato alla megafauna ai tempi dell’era glaciale e ai motivi della sua estinzione.

Ora in onda Alice - Il meglio di Alice In onda dalle 14:35
Brani Brani in onda Mali - Nils Økland Band Ore 14:27