(iStock)

Noi e l’acqua: una lunga storia

di Fabio Meliciani

Essenziale alla vita, in quantità costante da quando, non si sa bene come, è apparsa sul nostro pianeta plasmandone ogni pietra, ogni creatura: ma l’acqua è soprattutto un bene comune e un diritto inalienabile sancito dall’ONU. Il nostro rapporto con l’acqua attraversa la storia, prende tante forme, retto dall’illusione di poter dominare la sua forza. Oggi, che ci confrontiamo sempre di più con l’energia devastante di fenomeni atmosferici legati all’acqua, causati dal cambiamento climatico, e con la carenza crescente di acqua potabile per buona parte della popolazione mondiale, ci dobbiamo interrogare su quale futuro vogliamo, quale gestione dell’acqua, su come ci possiamo adattare a questi cambiamenti. Servono nuove narrazioni, serve un confronto politico maturo e Stati che sappiamo coinvolgere i cittadini nei processi di trasformazione del paesaggio. Su questi temi ci siamo confrontati con Giulio Boccaletti, climatologo, saggista, formatosi fra l’università di Bologna, Princeton e il MIT di Boston, consulente sui temi della sostenibilità per importanti enti pubblici e privati, e membro d’istituzioni come l’Euro-Mediterranean Center on Climate Change e il World Economic forum. Giulio Boccaletti ha raccolto la sua ventennale esperienza intorno all’acqua in un libro intitolato “Acqua, una biografia”, edito da Mondadori, per l’Economist uno dei migliori libri del 2021.

 

Ora in onda Charlot - L’uomo che inventò l’umano In onda dalle 14:35
Brani Brani in onda Il valzer del moscerino - Cristina Zavalloni Ore 14:23