Charles Ives (Keystone)

Charles Ives Society & Sinclair Descriptive Catalogue

di Giordano Montecchi

C'è un luogo dove la linea di confine fra lo studioso e il semplice appassionato si fa labile, fino a volte a scomparire. Questo luogo è il web. Il fenomeno non è una novità. Il suo progenitore, già alla fine dell'Ottocento è il fandom, ossia la comunità di appassionati che in letteratura, nel cinema, nella musica, si scambiano informazioni, opinioni, ricerche.  Era l'epoca delle fanzine che talvolta diventavano punti di riferimento importanti anche per gli studiosi, ricchi di dati e informazioni. Com'è intuibile il fenomeno ha molte facce, in positivo come in negativo, ma di sicuro il web ha introdotto una grande novità: la possibilità, talvolta, anche per il semplice appassionato, di accedere a documenti e banche dati che in precedenza erano di fatto riservati agli studiosi accademici. Prendiamo ad esempio i compositori. Promossi e gestiti da Università, Fondazioni ecc., si vanno moltiplicando siti online dedicati a questo o quell’autore (non necessariamente "classici") che offrono una quantità quasi inebriante di materiali. È il caso della Charles Ives Society il cui sito, magari abbinato a quello della Yale University che mette a disposizione il poderoso catalogo del compositore, offre risorse per chi fa ricerca, ma può anche essere un magnifico parco dei divertimenti per appassionati curiosi.

Charles Ives Society & Sinclair Descriptive Catalogue

Ora in onda Babilonia (r) In onda dalle 23:00
Brani Brani in onda Close Your Eyes - Doug Raney Quartet Ore 20:29