La Recensione

di Paolo Scarnecchia

Michel Lambert (Wikipedia)

La Recensione di Reteduecinque
Da lunedì 26 a venerdì 30 marzo 2018 alle 16:00

La prima metà del Seicento è l’epoca d’oro della cosiddetta air de cour, la raffinata arte musicale vocale che raggiunse il suo apogeo durante il regno di Luigi XIII (1610-1643). Questa elegante e raffinata forma di poesia cantata, prevalentemente in forma di monodia accompagnata dal liuto, era destinata prioritariamente all’intrattenimento della corte presso la quale operavano i suoi principali compositori. Tra questi spicca il nome di Michel Lambert che era anche un famoso cantante. Il mezzo-soprano Marie-Claude Chappuis, accompagnato dal liuto di Luca Pianca, esalta il fascino di queste deliziose e ammiccanti miniature musicali.

Il Coro e Orchestra Ghislieri, specializzato nella esecuzione della musica sacra del Settecento italiano, ha rivelato due tesori pergolesiani che erano discograficamente inediti: la Messa in Re maggiore e il Mottetto Dignas laudes resonemus. La prima è costituita dai soli Kyrie e Gloria, secondo la tradizione concertata partenopea, e i versetti dell’inno angelico sono suddivisi in diversi movimenti nei quali le voci soliste intonano arie e duetti alternandosi al coro. Il secondo, anch’esso concertato per soli e coro è familiarmente definito mottettone sia per le sue proporzioni con l’alternanza di recitativi ed arie, che per gli accenti drammatici con i quali la devozione mariana raggiunge una intensità espressiva pari a quella dell’opera.

La storia di Gesù raccontata attraverso le musiche di Johann Hermann Schein e Heinrich Schütz è il fulcro del progetto di Simon Bestion e del suo ensemble La Tempête, compagnia vocale e strumentale di recente formazione. L’idea del programma, maturata durante un soggiorno nella Abbazia di Saint Benoît d'En Calcat,consiste nella esecuzione della Historia der Auferstehung Christi di Schütz, probabilmente il primo oratorio in lingua  tedesca della storia della musica, interpolata da alcuni dei mottetti della Israelis Brünnlein di Schein. Oltre ad un ampliamento dell’organico strumentale, non previsto dalle sobrie partiture originali, Bestion ha scelto di affidare la parte dell’evangelista ad un cantore libanese specializzato nella esecuzione del canto liturgico bizantino. Nella sua personale rilettura di due composizioni tedesche influenzate dalla cultura musicale italiana ha innestato tratti della vocalità della tradizione del Vicino Oriente.

Solitamente il compositore Biagio Marini viene citato in relazione allo sviluppo della musica strumentale della prima metà del Seicento, ma in realtà la parte più consistente della sua produzione riguarda la musica vocale che include anche i madrigali presenti nella sua seconda raccolta stampata a Venezia nel 1618. Mentre le musiche per diversi strumenti sono analoghe a quelle della sua prima silloge Affetti musicali, i madrigali di tipo concertato presenti nella seconda stampata nello stesso anno sono a una, due, tre, quattro e cinque voci. L’interpretazione di queste musiche poco note per le quali è stato necessario ricostruire la parte mancante del basso nasce dalla collaborazione di due ensemble, il gruppo strumentale I Musicali Affetti e il quintetto vocale RossoPorpora, diretti rispettivamente da Fabio Missaggia e Walter Testolin.

La Passio secundum Johannem di Alessandro Scarlatti è un oratorio giovanile caratterizzato dal pathos barocco seicentesco ed è associato alla sua presenza nella città di Napoli in qualità di maestro della Real Cappella. La sua musica è contenuta in due manoscritti, uno dell’archivio dei Girolamini e l’altro della Biblioteca del Conservatorio San Pietro a Majella, il quale potrebbe essere un autografo redatto dal compositore attorno al 1685. Fra una sezione e l’altra dell’oratorio scarlattiano Leonardo Garcia Alarcón, direttore della Millenium Orchestra e del Choeur de Chambre de Namur, ha inserito alcuni Responsori della Settimana Santa del compositore di origine siciliana, contenuti in un manoscritto della Accademia Filarmonica di Bologna.

Marie-Claude Chappuis e Luca Pianca, Sous l'empire d'Amour!, Sony

 

Coro e Orchestra Ghislieri, Pergolesi: Messa in Re maggiore, Mottetto "Dignas laudes resonemus", Arcana

 

La Tempête, Larmes de Résurrection, Alpha

 

I Musicali Affetti e RossoPorpora – Biagio Marini. Madrigali et Symfonie op. II – Tactus

 

Millenium & Chœur de Chambre de Namur – Alessandro Scarlatti. Passio Secundum Johannem, Ricercar

 

I Mondiali alla RSI

Seguici con
Altre puntate