La Recensione

di Luca Damiani

Wynton Marsalis (Keystone)

La Recensione di Reteduecinque
Da lunedì 30 aprile a venerdì 04 maggio 2018 alle 16:00

Compositore svedese vissuto nel pieno del XX secolo e che ha dichiarato di "credere in Dio Mozart e Carl Nielsen", Dag Wiren, con questi presupposti e modelli offre il repertorio per un bel CD della Iceland Symphony Orchestra diretta dall’inglese Rumon Gamba in cui le serene distese scandinave e le drammatiche increspature nordiche trovano una perfetta collocazione musicale.

Riflessioni bachiane di Brad Mehldau in un cd nel quale lo spunto è offerto da quattro preludi e una fuga del Clavicembalo ben temperato seguiti dalle relative rielaborazioni che ben spiegano cosa intende dire questo eccellente pianista quando dichiara che “suonare la musica di Bach è come andare in chiesa, risolvere un problema di matematica e fare l’amore tutto in una sola volta”.

La Jazz at the Lincoln Center Orchestra in compagnia della tromba e dell’intelligenza musicale di Wynton Marsalis omaggiano il raffinato talento di John Lewis in un album registrato dal vivo e contenente alcuni dei brani più noti incisi dal Modern Jazz Quartet e qui vestiti di eccellenti arrangiamenti.

Una delle voci più emozionanti comparse negli ultimi anni è quella di Cecile Mclorin Salvant di origini franco-haitiane ma di nascita statunitense che ritorna con Sogni e pugnali affilatissimi in parte registrato nello storico locale newyorkese, il Village Vanguard e in parte in studio; sono 23 tracce nella versione doppio cd con canzoni di Berlin, Gershwin e Kurt Weill arrivando perfino a interpretare magnificamente un successo di Josephine Baker del 1932, Si J'etais Blanche.

Con Lettere da Sarajevo ritorna Goran Bregovic portatore instancabile di tematiche incentrate sulla diversità religiosa e la coesistenza pacifica. Io sono di Sarajevo, sono nato su una frontiera: l’unica dove si incontravano ortodossi, cattolici, ebrei e musulmani E per questo motivo qui cerca un punto geometrico e umano di re-incontro tra queste grandi civiltà con grande civiltà.

Dag Wiren Sinfonietta in C Major, Serenade, Symphony No. 3 & Divertimento Rumon Gamba & Iceland Symphony Orchestra, Chandosin

 

Brad Mehldau, After Bach, Nonesuch

 

The Jazz at the Lincoln Center Orchestra & Wynton Marsalis, The Music of John Lewis, Blue Engine Recordsin

 

Cecile Mclorin Salvant,Dreams And Daggers, Mack Avenue Records

 

Goran Bregović, Three Letters From Sarajevo, Universal

 

Le Storie di prima serata

Seguici con
Altre puntate