Louis Alain Bombard in zattera, Palma di Maiorca 1952 (Keystone)

La scelta di essere naufrago

di Andrea Cocco

70 anni fa Alain Bombard, medico parigino, si faceva naufragare a largo delle coste africane per dimostrare che una persona poteva sopravvivere a bordo di un mezzo di fortuna anche se privo di cibo e acqua. Partito dalle isole Canarie il 19 ottobre del 1952 a bordo di un gommone, Bombard sarebbe arrivato a Barbados dopo oltre 60 giorni di navigazione, sospinto dalla corrente marina e dal vento. Il suo esperimento aprirà la strada all’utilizzo dei mezzi gonfiabili per la navigazione e per il salvataggio. La sua impresa, raccontata nel libro "Il naufrago volontario", contribuirà a rendere obbligatorie le scialuppe di salvataggio per la navigazione in alto mare.

Con Corradino Corbò, direttore della rivista "Nautica" e le voci di Alessandra Di Lernia, Hashem Mostafa, Anais Poirot-Gorse, Marzia Coronati, Ciro Colonna.

Ora in onda Domenica in scena - Cuore di Reef In onda dalle 17:35
Brani Brani in onda Gare de Lyon - Dorsaf Hamdani Ore 17:27