Aoi Kono (TiPress)

Universo AOI

di Emanuela Burgazzoli

Aoi Kono nasce a Tokyo, dove si diploma in arte e musica. Un biennio di studi a Stoccolma e poi l'incontro decisivo a Milano con Max Huber nei primi anni Sessanta. Si trasferisce per lavorare e vivere con lui a in quello che allora era un centro internazionale della grafica e del design: le amicizie e le collaborazioni con figure importanti, da Achille Castiglioni a Bruno Munari. Da Milano al Canton Ticino, prima a Sagno e poi a Novazzano, dove tuttora Aoi vive e lavora come grafica, illustratrice e pittrice. Nella sua lunga carriera ha realizza libri d'artista e per bambini, oggetti di design, arazzi, tappeti. La sua casa è un atelier e un omaggio all'opera di due uomini che hanno segnato la sua vita - il padre, Takashi Kono, grafico d'avanguardia e il marito Max Huber, al quale ha deciso di dedicare il progetto di un museo. Mentre racconta della sua infanzia, del suo rapporto con il Giappone, della vita con il marito non c'è traccia di nostalgia; Aoi Huber Kono sembra conservare intatta l'energia creativa e il senso di meraviglia che l'hanno guidata fino a qui, fino a oggi, ancora immersa fra colori, cartelle e tessuti.

Ora in onda Meteo In onda dalle 13:20
Brani Brani in onda Quartetto per archi in Si bemolle maggiore op. 71/1 - Franz Joseph Haydn Ore 13:23