(iStockphoto)

Il coraggio di non piacere

Come far trionfare la propria unicità

 

Nella complessità delle relazioni umane, la paura di esporsi, di non piacere, di non essere accettati è spesso così limitante da impedire la propria realizzazione e la propria felicità. In una società in cui il confine tra reale e virtuale si fa labile ed un like in meno è vissuto come giudizio, e a volte come sentenza, sarebbe forse utile rileggere l’esistenzialista Sartre o i giapponesi Koga e Kishimi che con il loro “il coraggio di non piacere” suggeriscono come liberarsi del fardello del giudizio degli altri e far trionfare la propria unicità.

Alessia Caracciolo ne parla con la psicologa Pamela Borelli.