(iStock)

Il lago: un bene di tutti

Come recuperare le rive privatizzate dei nostri laghi

 

Tre quarti delle rive dei laghi svizzeri sono oggi privatizzate. Solo il 30% circa delle sponde naturali è accessibile al pubblico e spesso sono vincolate a strutture come lidi o piscine a pagamento. Una situazione dibattuta da anni, non sempre conforme alla legge sul demanio e che genera scontento tra la popolazione.

La situazione in Ticino non è diversa, l’accesso libero, quindi gratuito ai laghi è a tratti molto limitato, se non impossibile.

Manuela Bieri con il biologo Nicola Schönenberger, membro del comitato Rive pubbliche della Svizzera italiana, discute degli strumenti oggi a disposizione per recuperare le rive dei nostri laghi.