(iStockphoto)

Impariamo a gestire i conflitti: stare vicini ci fa litigare di più

Regole per la convivenza forzata e per evitare la violenza domestica (che va denunciata)

 

Tutti siamo chiamati a restare in casa. Le quattro mura domestiche sono diventate il perimetro entro il quale tutta la famiglia deve convivere per lavorare, fare scuola, cucinare, mangiare, passare il tempo libero… E quando il tempo passato insieme è tanto, in spazi ridotti, i conflitti si accendono con estrema facilità.

Bisogna dunque imparare a litigare nel modo giusto, senza degenerare in comportamenti aggressivi e violenti. Perché la violenza domestica non è una fatalità, è un reato che va denunciato. Ora più che mai è importante ricordare che la rete di sostegno è sempre attiva per fornire assistenza, anche a distanza, alle vittime di qualsiasi tipo di violenza.

Servizio a cura di Luisa Perego e Paolo Cortinovis.