(iStockphoto)

Kina, hardcore e per sempre

La band valdostana raccontata dal suo bassista

 

Negli anni '80, a partire dalla California, si diffuse un tipo di punk rock iperveloce e potente, che proprio per queste sue caratteristiche si guadagnò l'appellativo di hardcore. Un suono senza compromessi che travolse anche tre ragazzi di Aosta, i quali imbracciati gli strumenti fondarono i Kina. Sul loro pulmino hanno percorso l'Europa in lungo e in largo, portando musica e raccogliendo insegnamenti di vita.

Gianpiero Capra è il bassista della band: oggi vive nella Svizzera italiana e fa il fisioterapista, ma trova sempre il tempo per riunirsi ai suoi compagni d'avventura e calcare il palco. Gianpiero ci ha raccontato la sua storia con i Kina.