(supsi.ch)

Cultura per tutti, davvero

Incontro con Michele Mainardi responsabile del progetto di Rete della Cultura inclusiva in Ticino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non escludere, non privare, non far sentire la diversità nell’accesso, nella fruizione, nella gioia di poter godere dell’arte in tutte le sue sfaccettature. Il progetto ReCiTi, che per 12 mesi ha messo a confronto sul tema dell’inclusione una trentina di attori culturali cantonali, ha permesso di capire le criticità del sistema e le potenzialità di un lavoro di squadra. Un lavoro a 360 gradi che non si è limitato ad analizzare le classiche barriere architettoniche. Ascolta l’intervista al professor Michele Mainardi del Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI, responsabile del progetto.

Qui la carta della cultura inclusiva sul sito di Pro Infirmis.

Amicizia, nonostante tutto

Nella sua incursione del lunedì Stefano Ferrando si è concentrato sul tema dell’amicizia, amicizia nonostante tutto, nonostante lo sport e nonostante la competizione. Andy Roddick e Mardy Fish. Di Roddick tutti ricordiamo nome e imprese, di Fish un po’ meno, anche se è stato anche più forte.