Memento mori

La morte è un tabu?

venerdì 10/02/17 19:10
Edizione del 10.02.2017

Cosa fare del proprio corpo dopo il decesso? Donare o meno i proprio organi? Volete essere cremati o seppelliti? Preferite che le vostre ceneri siano disperse o magari privilegiate l’idea di essere trasformati in un diamante? Sono domande che forse fanno accapponare la pelle ma proprio questo fatto ci spinge alla riflessione.

Perché oggi parlare della morte è tanto difficile? Un tempo discutere della fine dell’esistenza era normalissimo, oggi invece tentiamo di evitare il tema. È sano evitare di affrontare una delle poche cose certe della vita? Come la nascita, la malattia, la sofferenza. Ebbene ne discutiamo con Padre Marco Flecchia, parroco in Mesolcina.

Visiteremo idealmente l’ossario di Sant’Anna a Poschiavo, un luogo emblematico e che obbliga a confrontarsi a ciò gli altri furono e che noi saremo. Andremo anche in un crematorio della Valtellina per scoprire che esistono alcuni paesi dove la scelta di bruciare i resti dei propri cari arriva a percentuali altissime. Frutto di un cambio culturale ma anche dell’esigenza di risparmiare.

Un'estate con la RSI

Seguici con
Altre puntate