Anche i grandi vogliono giocare

Con Raffaella Biffi e Alessandro Bertoglio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Stanza di fuga" - Dilaga la voglia di giocare nella Escape Room tanto che anche in Ticino stanno prendendo piede e attualmente ce ne sono già tre, a Lugano, Gubiasco e Taverne. Il termine deriva dalle origini di questo luogo: inizialmente le stanze erano una sorta di "trappola" in cui i giocatori erano chiusi e risolvendo enigmi si aveva la possibilità di aprire i lucchetti che sbloccavano la serratura. A spiegarci dei benefici e il valore del gioco nella nostra era coinvolgiamo la psicoterapeuta Elena Cianitto, formatrice di adulti con attestato professionale federale.

Violata la sicurezza - Il riconoscimento facciale per gli smartphone di ultima generazione risulta vulnerabile. Lo dimostra la furbizia di un bambino americano di dieci anni che riuscito ad aggirare la sicurezza del sistema ed ha sbloccato il telefonino della madre.