Ciak 222: Berlinale

Tutto sulla 64esima edizione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Pablo Creti in studio, Marco Zucchi in collegamento dalla 64° Berlinale.

Intervista al "capo" dei Monuments Men George Clooney.

Il colpo di fulmine è Boyhood: la voce del regista Richard Linklater per parlare di un progetto durato dodici anni che si candida per l'Orso d'oro.

Produzioni svizzere alla Berlinale: incontriamo Stefan Haupt (Der Kreis) e Mehran Tamadon (Iranien)

Un po' di scandalo non guasta mai: le intemperanze del "gabbiano" Shia Leboeuf a margine di Nymphomaniac di Lars Von Trier.

Un altro Festival: a Montecarlo c'è spazio per La Palmira Ul Film; ne parliamo con Alberto Meroni.